Cronaca Grezzana / Via Catena

Una mongolfiera è costretta all'atterraggio nello spiazzo di una ditta di Grezzana

Un gruppo composto da otto aerostati è sceso da Amburgo per dirigersi sul lago di Garda, con l'intenzione di fermarsi all'aeroporto di Villafranca. La torre di controllo però non gli ha dato il permesso

Erano da poco passate le 13, quando alcuni cittadini di Grezzana residenti nella zona Catena, hanno inizialmente avvistato un gruppo di mongolfiere che si avvicinava, per poi notare che una di esse stava scendendo sempre più, come alla ricerca di un punto valido in cui atterrare. 

E così alla fine è stato. Il cesto si è posato nello spiazzo davanti all'azienda Valentino Marmi di via Catena. A bordo erano presenti tre coppie tedesche e un italiano, un pilota con tanto di patente. L'aerostato faceva parte di un gruppo di otto partito da Amburgo, in Germania, che è sceso in Italia passando da Merano e poi da Cles, per dirigersi sul lago di Garda. In teoria il gruppo, affiliato ad aeroclub tedesco autorizzato al volo, avrebbe dovuto atterrare all'aeroporto di Villafranca ma il permesso gli è stato negato a causa dell'intenso traffico aereo. Anzi, il consiglio della torre di controllo ai turisti è stato quello di atterrare quanto prima per evitare il rischio collisioni. Le otto mongolfiere hanno allora virato verso altre direzioni e uno dei piloti ha provato a compiere un atterraggio di fortuna nei campi vicino a Negrar, ma scendendo ha sradicato due filari di vigne. Gli aerostati allora hanno ripreso quota e lo stesso pallone si è infine posato sul suolo di Grezzana. 
Gli altri sette invece hanno proseguito la propria corsa fino a Treviso, dove la scarsità di carburante gli ha costretti ad un atterraggio di emergenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una mongolfiera è costretta all'atterraggio nello spiazzo di una ditta di Grezzana

VeronaSera è in caricamento