Cronaca Centro storico / Via dello Zappatore

Verona, mogli accompagnate a prostituirsi dai mariti: consorti patteggiano la pena

Favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, questa l'accusa per i mariti di tre giovani rumene e il fratello di una di loro. Le accompagnavano a prositursi e le rifocillavano durante il "lavoro"

Tre giovani rumene si prostituivano a Verona accompagnate dai mariti e dal fratello di una di loro. Lavoravano in zona stazione e, nonostante non fossero appariscenti, i controlli dell'estate 2015 della Polizia Municipale sono riusciti a individuarle. Come riporta L'Arena, non sono era stata messa sotto controllo la loro attività sul marciapiede, ma anche quella di coloro che le accompagnavano fino a lì.

Così è emerso che le ragazze venive accompagnate dai mariti e che questi portavano loro del cibo durante il turno. Da qui è scattata la denuncia per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Le tre giovani, invece, sono indicate come persone offese. Nella giornata di giovedì 1 ottobre, i tre accusati hanno patteggiato la pena a un anno e 4 mesi, un anno e mezzo e un anno e 10 mesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, mogli accompagnate a prostituirsi dai mariti: consorti patteggiano la pena

VeronaSera è in caricamento