Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Affi / Via Pascoli

Verona, mette un cartello in negozio e scompare nel nulla: apprensione per l'edicolante 51enne

Indagano i carabinieri di Caprino sul mistero di Annalisa Ceschini, che ad Affi gestisce da anni un negozio di giornali. Si cerca la sua auto e vengono raccolte le testimonianze di chi la conosceva: "Nessun segnale strano"

A nessuno risulta che avesse problemi particolari. Non aveva lanciato alcun segnale che potesse far presagire una scomparsa così repentina. Sta di fatto che il caso dell’edicolante di Affi, Annalisa Ceschini, sembra essere diventato un mistero. Da oltre una settimana nessuno ha più notizie di lei. L’ultimo messaggio pervenuto è quello scritto sul cartello che mercoledì scorso aveva affisso sulla porta del negozio "Punto e virgola" che gestisce in via Pascoli: “Questa mattina è chiuso”. Da allora nulla. Tanto che famigliari e titolari di altre attività della stessa area commerciale si sono insospettiti e preoccupati. Uno di loro ha sostituito il cartello con “Chiuso per motivi famigliari”. Annalisa Ceschini, 51 anni, abita con la figlia Crsistina, 23 anni, non molto distante dall’edicola in cui lavora da dieci anni.

Lavorava dalle 5 del mattino alle 19e30 di sera con una pausa pranzo. I carabinieri di Caprino sono già stati messi sull’avviso e ora stanno indagando. Si cerca la sua auto nei dintorni e intanto sono partiti gli accertamenti sul negozio: nessun indizio utile, per ora. E’ rimasto tutto com’era prima della sua scomparsa. Conoscenti e negozianti la descrivono come una persona normalissima. Spiega L’Arena che  

«Non so cosa pensare», dice Idania Pepe che gestisce il bar Opera Prima Cafè a due passi dall'edicola. «Ogni giorno da anni mi vedevo con Annalisa. Non lasciava trasparire nulla di strano. Certo per tutti, e quindi anche per lei, c'erano giornate migliori o peggiori di altre ma è normale avere alti e bassi specialmente per chi gestisce attività commerciali come noi. Ogni giorno Annalisa era in negozio dalle 5 alle 19.30. Certo una vita dura ma Annalisa è soprattutto una mamma, ha sempre in mente sua figlia Cristina cui è legatissima. Vorrei che tutto si risolvesse al meglio e in fretta».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, mette un cartello in negozio e scompare nel nulla: apprensione per l'edicolante 51enne

VeronaSera è in caricamento