Cronaca Peschiera del Garda / via Villaggio generale dall'ora

Verona, meditano di rubare i cavi di rame ma sono dietro la caserma dei carabinieri: arrestati

Maldestro colpo studiato da alcuni furfanti che non hanno calcolato nemmeno la breve distanza che li separava dalle Forze dell'ordine. Li beccano in flagrante mentre cercavano di razziare un centinaio di chili di rame in un deposito

Notte di lavoro tra martedì e mercoledì per i carabinieri del Nucleo radiomobile, che sono riusciti a portare a termine un duplice arresto e un salvataggio di un'aspirante suicida. Un tentativo di furto alquanto maldestro andato in scena a Peschiera. La circostanza infatti non ha comportato lunghi inseguimenti, estenuanti ricerche né rastrellamenti ad ampio raggio, poiché i due pregiudicati rumeni colti in flagranza di reato avevano scelto di rubare un centinaio di chili di rame in via Villaggio Generale dall’Ora a Peschiera del Garda, ovvero in un deposito attrezzi confinante con la caserma dei carabinieri.

I militari di pattuglia hanno percorso pochi metri a piedi per sorprendere in flagranza di reato i due stranieri sprovvisti di senso d’orientamento, colti mentre si accingevano ad asportare numerosi tubi di ”oro rosso”. Poche ore dopo i due rumeni, poco più che 30enni, sono stati giudicati per rito direttissimo nel tribunale di Verona. Il giudice ha convalidato l’arresto condannandoli a due mesi di reclusione, con pena sospesa e remissione in libertà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, meditano di rubare i cavi di rame ma sono dietro la caserma dei carabinieri: arrestati

VeronaSera è in caricamento