Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Roma / Piazzale Ludovico Antonio Scuro

Pubblica foto di pazienti su Twitter: chiuso l'account, ma aperte le polemiche

Dopo il caso arrivato sui giornali, il Comandante Diavolo ha cancellato il suo account Twitter ma ogni giorno di più scoppiano polemiche sulla vicenda. C'è chi lo attacca e chi lo difende

Dal quotidiano L'Arena, la notizia presto rimbalza agli altri organi di stampa e, alla fine, già nella giornata del 27 agosto, il Comandante Diavolo annuncia di aver cancellato il suo account Twitter. Ovviamente, l'annuncio viene dato sul social network con dei Tweet. Il primo cinguetta: "Comandante Diavolo sparisce come desideravate. Festeggiate", mentre nel secondo si legge: "Per chi ha letto, partecipato amato Frankytrash è una grande sconfitta. Per me è schifo vero". L'account è stato chiuso, ma le polemiche non si placano.

Come segnala L'Arena, l'eliminazione del profilo Twitter ha comportato anche la cancellazione di oltre due mila Tweet, foto e video, non tutti riferiti all'attività di quello che appare essere un pronto soccorso. Con l'hashtag #dialogicadaps, Comandante Diavolo raccontava quello che vedeva accadere al lavoro, tra cui sprechi e l'arrivo di persone che in realtà non avrebbero avuto bisogno di soccorso. Oltre a ciò, si mostrava la normale vita di un pronto soccorso. Un hashtag di denuncia, forse, che però ha messo in allarme l'azienda ospedaliera. Il suo direttore generale, Francesco Cobello, ha avviato un'indagine interna e ha inviato un esposto alla procura.

Seppure nessuno dei soggetti fotografati fosse riconoscibile, alcuni utenti di Twitter hanno segnalato l'account per violazione della privacy e numerose segnalazioni sono arrivate all'azienda ospedaliera. Come racconta L'Arena, da qui ha preso avvio l'esposto e l'indagine. Comandante Diavolo sarebbe un medico dell'ospedale di Borgo Roma, un po' fuori dalle righe ma stimato dai colleghi.

Se il senatore UDC Antonio de Poli ha portato la questione in Parlamento perchè considera quanto accaduto un fatto grave, su Twitter c'è chi difende l'attività del medico e quindi è stato lanciato l'hashtag #nessunotocchifranky. L'Arena ha ripreso alcuni dei tweet più significativi, come questo di Pasquale che cinguetta: "Perché #dialogicadaps era un capolavoro che non violava la privacy di nessuno, e ci mostrava la cruda realtà di un pronto soccorso". Pungente anche il tweet di Marco: "Vi ha scandalizzato perché fa sarcasmo pubblicando storie anonime di imbecilli che rubano tempo e denaro ai contribuenti".

In tutto questo, continua l'indagine per accertare se il medico abbia violato il codice di comportamento dei dipendenti ospedalieri e se sono stati commessi effettivamente dei reati perseguibili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pubblica foto di pazienti su Twitter: chiuso l'account, ma aperte le polemiche

VeronaSera è in caricamento