Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Valverde / Piazza Renato Simoni

Verona, al mattino se la giurano e alla sera si prendono a calci e pugni in piazza: 13 stranieri bloccati

Due gruppi di migranti si affrontano in piazza Renato Simoni a Verona: da una parte 10 tra afgani e pakistani e dall'altra 3 romeni che avevano cacciato alcuni occupanti dei bastioni all'ex Zoo poche ore prima

Se le sono promesse e se le sono date. Scatenando una maxi rissa in centro città. In 13, tutti uomini, si sono affrontati mercoledì sera in piazza Renato Simoni dove si sono presi a calci a pugni e, non contenti, si sono persino scagliati l’uno sull’altro picchiandosi con gli ombrelli che stringevano in mano. Furiosi e pericolosi, divisi in due fazioni: cittadini afgani e pakistani da una parte e tre romeni dall’altra. Per dividerli è servita una decina di agenti. Erano circa le 18 quando alla sala operativa del 113 erano cominciate a giungere una pioggia di chiamate da parte di diversi cittadini per dei disordini che stavano accadendo. Ben sette equipaggi, i cinque di servizio più due di supporto, hanno subito puntato sul luogo della rissa, arrivando nella piazza da tutte le direzioni. In questo modo, chiuse le vie di fuga in via della Casa, Via città di Nimes, via locatelli e circonvallazione Oriani, gli stranieri si sono trovati completamente accerchiati e chiusi nell’angolo della piazza verso la tabaccheria. Grazie al vasto dispiegamento di forze messo in campo, ogni tentativo di fuga è stato vanificato e sono stati così bloccati tutti i 13 uomini coinvolti nella rissa. Si trattava di un gruppo di tre pakistani e sette afghani che avevano preso di mira tre cittadini rumeni, i quali infatti stavano avendo la peggio.

Alcune scintille si erano accese già al mattino, sui bastioni vicini all’ex Zoo che da tempo viene segnalato come zona critica, alla mercé di spacciatori e residenza per molti stranieri senza fissa dimora. Il violento litigio, scatenatosi in rissa ore dopo, sarebbe scoppiato proprio per il controllo degli spazi in cui avevano creato il loro domicilio e i loro giacigli. Mercoledì mattina erano stati i romeni a cacciare gli altri occupanti. Alcuni dei quali, chiamati i rinforzi, si sono vendicati in piazza Simoni. La polizia è uscita fortunatamente ad intervenire in tempo. Tutti bloccati: cinque sono stati condotti al Pronto soccorso per farsi medicare, poi sono stati riuniti agli altri violento nelle stanze della questura da dove sono partite denunce per rissa.

In considerazione di quanto accaduto e della portata dell’intervento, gli agenti delle Volanti, autorizzati dal pubblico ministero di turno, hanno infatti proceduto all’arresto dei 13 riottosi e al loro diretto accompagnamento direttamente in carcere a Montorio. A seguito della convalida, che avverrà in giovedì mattina, saranno effettuati ulteriori accertamenti per chiarire la posizione sul territorio nazionale degli stranieri arrestati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, al mattino se la giurano e alla sera si prendono a calci e pugni in piazza: 13 stranieri bloccati

VeronaSera è in caricamento