menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, rissa per il parcheggio. 31enne colpito con una tegola alla testa: grave

Lite tra due trentenni in località Pradelle a Gazzo Veronese alla quale si aggiungono, a parti opposte, una ragazza e una signora di 65 anni, madre di uno dei due. E' stata lei a colpire il giovane per far finire la discussione

Pessimi rapporti di vicinato, a dir poco. Per una lite dovuta al parcheggio un 31enne si trova ricoverato all'ospedale, in prognosi riservata. Sarebbe stato colpito alla testa, con una tegola, dalla madre dell'uomo con il quale stava discutendo. E' accaduto a Pradelle di Gazzo Veronese, sabato mattina, verso le 10. Nel cortile del condominio in piazza erano volate parole grosse e successivamente anche le mani, tra i due trentenni. Una lite per "motivi futili": il più anziano avrebbe attaccato il vicino di pianerottolo per l'auto "parcheggiata male". Il 39enne si sarebbe poi attaccato al citofono per far spostare il mezzo che, in base alla ricostruzione, gli impediva di uscire. Quando il 31enne è sceso è scoppiata la lite, alla quale, dopo pochi minuti, si sarebbe aggiunta la sua ragazza e infine la madre del 39enne.

Sarebbe stata lei, spaventata per il possibile esito, a mettere la parola "fine" alla discussione. Scesa in cortile avrebbe afferrato una tegola da terra e l'avrebbe sbattuta sulla testa del vicino che stava urlando contro il figlio. Un colpo violento, che ha tramortito il ragazzo provocandogli una frattura cranica. Trasferito in ospedale, è stato operato e la prognosi resta riservata. Non sarebbe in pericolo di vita. Al Pronto soccorso, in ambulanza, è finito anche il 39enne per le contusioni e ferite riportate nella lite. Lui ne avrà per 10 giorni. Nel cortile del condominio sono giunte poi le pattuglie dei carabinieri della stazione di Gazzo, che sta vagliando le varie testimonianze. Per ora tutti e quattro i partecipanti sono stati denunciati per rissa. La signora, 65enne, rischia anche l'accusa per lesioni gravi o gravissime.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento