Cronaca Stazione / Piazzale 25 Aprile

Verona, nuovo piazzale della stazione Porta Nuova: si dovrà finire in tempo per il Vinitaly

Nuovo cronoprogramma (dopo i vari ritardi) di Comune e Grandi Stazioni per chiudere i cantieri. Termine ultimo il 20 marzo, per garantire piena fruibilità anche in occasione dell'Expo di Milano. Già cambiata la viabilità

Lavori in stazione Porta Nuova, c’è un nuovo cronoprogramma. Che guarda caso coincide con l’importante vetrina del Vinitaly. Sembra infatti che Comune e tecnici di Grandi stazioni (che si occupa della riqualificazione di edifici e piazzale) abbiano individuato nel 20 marzo la data ultima per terminare i cantieri e restituire viabilità, spazi e locali a viaggiatori e cittadini. In dirittura di arrivo c’è anche l’Expo ed è fondamentale farsi trovare preparati per il gran afflusso di visitatori. Si spera infatti di battere ogni record di presenza. Il cronoprogramma è stato stabilito durante la riunione tra l’assessore alla Mobilità di Verona, Enrico Corsi, il comandante della polizia municipale, Luigi Altamura, i vertici di Amt (che lavorano allo snodo del filobus) e i responsabili dei lavori in stazione. Il piazzale quindi dovrà riaprire due giorni prima del Vinitaly, anticipato a sua volta al 22 marzo. Dovrebbero quindi arrivare a compimento tutte le opere programmate: dalla fontana alle panchine fino alle zone verdi. Più, ovviamente, il ripristino completo della viabilità. Nel parcheggio invece continueranno i lavori. Mancano ancora i collaudi necessari. Si potrebbe dunque concludere un lustro di progettazione e lavori.

LAVORI E NUOVA VIABILITA' - Tutto era cominciato nel 2010 e i rallentamenti si erano fatti sentire anche (e soprattutto) per i vari passaggi burocratici romani. Dal 2014 però il Comune aveva spinto sull’acceleratore, consapevole della grande opportunità delle due Fiere internazionali, a tempi ravvicinati.

Proprio a fine anno era cambiata la viabilità, con la realizzazione della sosta “Kiss&ride”. Da lunedì 15 dicembre sono diventate infatti operative alcune modifiche alla viabilità nel piazzale, in prossimità della chiesa del Tempio Votivo, finalizzate a migliorare il traffico nella zona della stazione Porta Nuova. I tecnici comunali del settore Viabilità avevano predisposto la realizzazione di due nuove corsie, che dovrebbero contribuire a rendere più fluida la circolazione dei veicoli in uscita dalla stazione ferroviaria. La prima è stata ricavata grazie allo spostamento di tre capolinea dei mezzi pubblici extraurbani, nella strada che affianca i due parcheggi di sosta breve "Kiss&ride": la doppia corsia proseguirà, per chi svolta a destra oltre il semaforo del Tempio Votivo, fino al successivo semaforo all’incrocio fra piazzale XXV Aprile e viale Dal Cero. La seconda modifica alla viabilità riguarda la possibilità per i veicoli in uscita dai parcheggi "Kiss&ride", giunti al semaforo del Tempio Votivo, di proseguire diritto verso viale Dal Cero: fra l’incrocio con viale Palladio e viale Dal Cero verà infatti ricavata una nuova corsia di marcia, che consentirà di immettersi direttamente sulla circonvallazione con obbligo, ovviamente, di svolta a destra una volta giunti in viale Dal Cero.  

Dai progetti definitivi si sa che la nuova stazione avrà nuova pavimentazione in pietra bianca e cubetti di porfido. Le opere di abbellimento prevedono aiuole, siepi e fioriere più la grande fontana da 15 metri con getti d’acqua illuminati. A fianco della vasca ci saranno gli ascensori che porteranno al park interrato. Spazio anche alla nuova biglietteria Atv e bar-punto ristoro per i viaggiatori. I lavori, secondo il più volte modificato cronoproramma, dovevano finire in realtà nel dicembre 2014.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, nuovo piazzale della stazione Porta Nuova: si dovrà finire in tempo per il Vinitaly

VeronaSera è in caricamento