menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, lavori in corso a Oppeano per garantire ai cittadini il cimitero degli animali: park e recinti

Il Comune gestirà l’area secondo normativa, rilasciando le concessioni per le aree di sepoltura di 5 anni per gli animali di taglia medio-piccola e di 10 anni per quelli più grandi, fino a 160 centimetri di lunghezza e i 60 chili di peso

L’amministrazione comunale di Oppeano prosegue nell’obiettivo di realizzare un cimitero per animali d’affezione, destinato alla sepoltura dei piccoli amici da compagnia domestici, o esotici, che sorgerà in un’area retrostante al camposanto cittadino, già appositamente individuata. I lavori di realizzazioni, affidati ad una ditta locale al costo di 6mila e 800 euro, sono in corso. Il regolamento per l’istituzione, il funzionamento e la gestione del cimitero per animali d’affezione, a cui l’Ulss 21 di Legnago ha dato parere favorevole, è infatti già stato approvato dal Consiglio comunale nel 2012.

Il cimitero assicurerà continuità al rapporto affettivo tra i proprietari e i loro animali deceduti, oltre a costruire un sistema idoneo a garantire la tutela dell’igiene pubblica, della salute della comunità e dell’ambiente. Oppeano sarà tra i pochissimi in Veneto a dotarsi di un cimitero per animali d’affezione: altre strutture di questo tipo sono presenti a Vicenza e Padova. Il Comune gestirà l’area secondo normativa, rilasciando le concessioni per le aree di sepoltura di 5 anni per gli animali di taglia medio-piccola e di 10 anni per quelli più grandi, fino a 160 centimetri di lunghezza e i 60 chili di peso. Il rinnovo sarà possibile una sola volta. Competerà inoltre a questo Ente collaborare con l’eventuale gestore e con l’Ulss per l’informazione ai cittadini, individuare gli oneri a carico dei proprietari degli animali per la sepoltura o lo spargimento delle ceneri e stabilire gli orari d’apertura. Le spoglie degli animali dovranno essere chiuse in contenitori di legno o altro materiale bidegradabile, con apportata una taghetta identificativa. Il Comune si occuperà anche di dotate la struttura di appositi parcheggi, di recinzione, di camminamenti e della rete dei sottoservizi, mentre rimarrà all’Ulss di zona la competenza della vigilanza igienico sanitaria.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento