Cronaca Via Giovanni XXIII

Verona, ladri a villa Stampalia: dalla chiesa spariscono le campane

Non ci son confini alle mire dei malviventi: con una gru si son avvicinati all'edificio storico nei pressi della dimora e hanno tirato già le due calotte in bronzo del 17esimo secolo. Indagini in corso

Villa Querini-Stampalia (Foto web)

Di ladri a caccia di reliquie sacre si era già avuta notizia. Ma che si avventurassero sui campanili delle chiese o delle dimore storiche per trafugare le campane sembrerebbe una novità. Evidentemente la mente criminale non ha confini. Alcuni ignoti sarebbero penetrati nei giardini di villa Querini Stampalia, in via Giovanni XXIII a Pressana, e hanno tirato giù le due campane in bronzo del 17esimo secolo con una gru. E' successo nei giorni scorsi e la famiglia proprietaria della dimora, conosciuta come "il Castello" in paese, se n'è accorta solo alla sera successiva. In realtà il campanile fa parte della chiesetta nei dintorni della villa. Un muro laterale costeggia anche la strada provinciale, probabile via di accesso e di fuga dei malviventi. Avrebbero così avvicinato la chiesetta con un furgone munito di braccio telescopico e argano, portando a segno il colpo.

Come spiega l'Arena, le uniche tracce lasciate dai ladri sarebbero alcuni mozziconi di sigaretta. Difficile tuttavia, che si prosegua con le indagini scientifiche, visto il costo elevato delle analisi. Tuttavia è possibile. Ad essere informati del furto delle campane sono stati i carabinieri di Cologna che giunti sul posto hanno praticato i rilievi di rito e rintracciato le sigarette spente, e la Soprintendenza ai Beni architettonici. Villa Querini è un bene vincolato perché considerato di valore storico. La dimora e l'annessa chiesetta risalgono all'anno Mille, quando i monaci ricavarono un monastero e una foresteria per i pellegrini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, ladri a villa Stampalia: dalla chiesa spariscono le campane

VeronaSera è in caricamento