menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, ladri scatenati: tre truffe in casa in un solo giorno. I "tecnici" portano via 40mila euro di gioielli

Le denunce sono arrivate in rapida successione, a inizio settimana: colpiti inquilini di Borgo Nuovo, zona Valverde e zona Ponte Catena. La polizia indaga: allarme sempre più presente in città

I casi si moltiplicano e l'allarme oramai risuona quasi quotidianamente negli uffici delle Forze dell'ordine. Tre truffe agli anziani in un giorno di cui due rimaste solo tentate ed una purtroppo andata a buon fine, sono state accertate lunedì mattina dai poliziotti delle Volanti. Le denunce sono arrivate, tra l'altro, in rapida successione. In ordine di tempo, la prima truffa si è consumata poco prima delle 10 in via Zancle, zona Borgo Nuovo, dove alla porta di casa di una coppia di anziani si sono presentati due uomini, dall’accento settentrionale e ben vestiti. Per avere accesso all’abitazione si sono qualificati come addetti al controllo dei contatore del gas e, sebbene il pretesto avesse inizialmente convinto i due malcapitati anziani, i malfattori sono poi stati scoperti e costretti a dileguarsi a gambe levate una volta minacciati dell’arrivo della polizia.

Alle 10e45 risale invece il colpo andato purtroppo a buon fine: in via Mocenigo, zona ponte Catena, la truffa si è trasformata in un vero e proprio furto di gioielli del valore di circa 40mila euro, come denunciato dalla stessa vittima. L’escamotage utilizzato dai truffatori, che agivano in coppia, era quello di essere degli operai addetti al controllo dei termosifoni, inviati dall’amministratore di condominio. Una volta avuto accesso all’abitazione è scattata la messa in scena del controllo e così, mentre uno simulava le verifiche, l’altro si era recato in camera da letto dove, rovistando nell’armadio, ha scovato e si è appropriato di un cofanetto in pelle contenente gioielli. Agguantato il malloppo, i due si sono allontanati a piedi e di tutta corsa, facendo perdere le tracce.

L'ultima denuncia è arrivata invece in via Giberti, zona Valverde, in prossimità del centro storico. Due uomini si sono presentati alla porta di casa di un’anziana 85enne, spacciandosi, anche in questo caso, come addetti al controllo dei termosifoni. Stesso copione, a qaunto pare, quello recitato dai due truffatori che, però, hanno dovuto allontanarsi a mani vuote una volta che la donna li ha minacciati di chiamare la polizia.

Per far luce sugli episodi sono in corso le investigazioni da parte della sezione Reati contro il patrimonio della locale Squadra Mobile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento