menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, invalidità civile e pensioni: a breve sarà l'Inps ad accertare i requisiti sanitari della richiesta

I risultati della sperimentazione della durata di un anno, che a livello veneto riguarda le Ulss veronesi 20,21 e 22, andranno periodicamente monitorati da Previdenza e dalle aziende sanitarie e saranno valutati in base all’esito

E’ stato approvato in via sperimentale dalla Regione Veneto l’affidamento all’Inps delle funzioni relative all’accertamento dei requisiti sanitari per l'ottenimento dei benefici in materia di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità ai fini lavorativi. Dal 1 marzo sarà operativo un protocollo tra Inps-Direzione provinciale di Verona e le aziende Ulss 20, 21 e 22, che attribuisce all?istituto nazionale di Previdenza sociale la competenza dell’effettuazione delle visite medico-collegiali.

Pertanto, da quella data le Commissioni mediche delle Ulss coinvolte nella sperimentazione provvederanno alla effettuazione delle visite mediche relative alle domande pervenute entro il 28 febbraio. Per le domande presentate dal 1 marzo, le Commissioni mediche competenti saranno esclusivamente quelle dell’Inps e, per tutta la Provincia di Verona, l’accertamento dei requisiti sanitari sarà svolto presso la sede provinciale dell’Inps (via C. Battisti, 19).

ALL'INPS E ALL'ULSS RISULTA CIECO. IN REALTA' CI VEDE BENISSIMO E GUIDA UN FURGONE

Il protocollo permette la semplificazione e la concentrazione del procedimento di riconoscimento dell’invalidità civile, razionalizza il carico di lavoro gravante sul sistema pubblico nel suo complesso con l’obiettivo di ridurre i tempi di attesa per l’ottenimento dell’esito dell’accertamento e dell’eventuale beneficio economico. Rimane, infine, confermata l’attuale modalità di presentazione delle domande solo per via telematica. I risultati della sperimentazione della durata di un anno (che a livello veneto riguarda non solo le Aziende Ulss 20,21 e 22, ma anche la 10, 12 e 14) andranno periodicamente monitorati congiuntamente da Inps e dalle Ulss, e saranno valutati in base all’esito della medesima sperimentazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento