Verona, offende e minaccia di morte il suo ex avvocato: "Ti squarto a metà"

Da vittima a carnefice. Un artigiano veronese di 43 anni si era rivolto alla legale per il risarcimento dei danni subiti per un incidente stradale. Lei aveva deciso di rinunciare alla sua difesa e lui si era infuriato

Tutto era scaturito da un incidente subito nel 2005. Lui, artigiano veronese di 43 anni, aveva deciso di rivolgersi ad un avvocato per ottenere il risarcimento dei danni. Nel 2012 aspettava ancora che gli venissero corrisposte le somme anticipate per le spese mediche e aveva cominciato a prendersela con la sua legale. Quest'ultimo, visto le insistenze del 43enne aveva poi rinunciato al mandato. I guai sono cominciati proprio da quella decisione. L'artigiano ha cominciato a tempestarla di messaggi e chiamate. Colloqui sempre più pesanti, fino alle minacce di morte. Per questa ragione, con l'accusa di stalking, lunedì scorso, il molestatore è stato condannato a due anni e mezzo di reclusione. L'uomo, assente in aula alla lettura della sentenza, dovrà anche pagare i danni in sede civile. dal canto suo, il legale del veronese ha tentato di spiegare come il comportamento del suo assistito fosse da ricondurre al grave momento di crisi economica: era rimasto disoccupato e per vivere era costretto a ricorrere ai soldi del padre pensionato.

Nel 2005 l'artigiano era rimasto vittima di un incidente stradale: dopo la causa era arrivato il risarcimento dei danni subiti ma non le spese mediche. Le lungaggini lo avevano motivato a chiederne conto al suo avvocato. Richieste sempre più pressanti, fino al momento in cui lei aveva dichiarato di lasciare. In aula sono emerse le minacce di morte, come spiega L'Arena, condite da una lista di insulti

"ti squarto a metà, voglio vederti morire, sei una mafiosa"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un'ira funesta: l'uomo si sarebbe anche rivolto ai carabinieri dichiarando di voler uccidere la sua ex legale. Poi si è mossa la Procura, che aveva ottenuto il divieto di avvicinamento alla vittima e anche l'arresto. La persecuzione ha avuto come epilogo la condanna di lunedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Ancora un violento temporale e forte vento nella notte su Verona e provincia

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento