rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca Stazione / Piazzale XXV Aprile

Verona, inginocchiati sulle rastrelliere per depredare le bici in stazione: due arrestati sul posto

Durante un servizio di perlustrazione, la pattuglia dei carabinieri ha colto in flagranza di reato una coppia di rumeni mentre, con una tronchese, stavano rompendo la catena che le assicurava a una rastrelliera di piazzale XXV Aprile

Ladri nei centri commerciali, nei supermercati. La notte scorsa è stata di superlavoro per carabinieri di Verona. Tre i casi che hanno richiesto l'intervento delle pattuglie. I primi due rispettivamente a San Giovanni Lupatoto e Bussolengo, un terzo è invece avvenuto in stazione Porta Nuova. Ma con esito fortunatamente diverso. Se le bande organizzate sono riuscite a fuggire dopo aver fatto scattare l'allarme, lo stesso non si può dire dei due uomini rumeni, arrestati per tentato furto. Durante un servizio di perlustrazione svolto nel centro del capoluogo scaligero, la pattuglia dei carabinieri ha colto in flagranza di reato i due mentre, con una tronchese, stavano rompendo la catena che assicurava una bicicletta a una rastrelliera di piazzale XXV Aprile. I militari dell’Arma, non appena hanno visto i due, inginocchiati in prossimità della rastrelliera, sono scesi dal’autovettura di servizio bloccandoli.

Dopo aver rintracciato la proprietaria, una 37enne di Sona, che ha presentato la querela per tentato furto, i militari li hanno arrestati per tentato furto aggravato in concorso. Il giudice al termine dell’udienza di convalida, li ha condannati per direttissima a 4 mesi di reclusione e al pagamento di 200 euro di multa, sospendendo la pena e ordinando la confisca e la distruzione dell’arnese atto allo scasso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, inginocchiati sulle rastrelliere per depredare le bici in stazione: due arrestati sul posto

VeronaSera è in caricamento