Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Oppeano / Via Croce

Influenza aviaria nella Bassa veronese, i tecnici della Regione: "I capi vanno abbattuti"

Una nota formale inviata dalla Regione Veneto al Sindaco di Oppeano e al Servizio Veterinario dell’Ulss 21, afferma la necessità di abbattere gli animali infetti dal virus H7N1, prima che questo possa diffondersi

Con una nota formale, inviata tra gli altri al Sindaco di Oppeano e al Servizio Veterinario dell’Ulss 21 di Legnago, competente per territorio, la Sezione Veterinaria e Sicurezza Alimentare della Regione Veneto, raccomanda l’adozione urgente di “misure immediate di controllo, con abbattimento di tutti gli animali sensibili e distruzione delle carcasse e dei materiali” per fronteggiare il focolaio di influenza aviaria rilevato in un allevamento-agriturismo situato nel Comune del Veronese.
Il Centro di Referenza Nazionale per l’influenza aviaria dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie ha confermato la positività virologica e sierologica al virus.

“La positività virologica – è scritto nella nota – sta a testimoniare la presenza dell’influenza aviaria nell’azienda e il riscontro di un solo siero positivo su 20 prelevati potrebbe indicare un’introduzione recente del virus”, che a maggior ragione richiede un intervento immediato per impedire che la malattia si diffonda.
“Si tenga inoltre in considerazione – concludono i tecnici regionali – che l’allevamento in oggetto si trova nell’area a maggior densità di avicoli della regione. La diffusione del virus potrebbe portare a gravi conseguenze e causare rilevanti danni economici al settore nel caso venissero colpiti allevamenti di tipo industriale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Influenza aviaria nella Bassa veronese, i tecnici della Regione: "I capi vanno abbattuti"

VeronaSera è in caricamento