Verona, incendio nei sotterranei dell'ospedale, il fumo invade le scale. Sgomberati bimbi e genitori

Nessun ferito e solo qualche momento di ansia per il principio di rogo scoperto la notte tra domenica e lunedì al Maggiore di Borgo Trento. Vigili del fuoco in azione fino all'1e30. Pazienti del reparto Ostetricia messi in sicurezza

Vigili del fuoco in azione all'ospedale di Borgo Trento

Non c'è stato alcun ferito, fortunatamente, e nessun danno rilevante all'ospedale di Borgo Trento di Verona. Solo qualche momento di apprensione per genitori e bambini che tuttavia, in velocità, sono stati trasferito in luoghi sicuri. Un principio di incendio è scattato verso le 23 dal seminterrato del padiglione 13 dell'ospedale Maggiore. Il fumo ha invaso i vani scale arrivando fino al reparto Ostetricia. L'allarme, scattato immediatamente, ha chiamato in causa i vigili del fuoco di Verona che in pochi minuti hanno sgomberato le mamme con i neonati, circa una trentina e sette in gravidanza, con l'ausilio del personale sanitario, ai piani superiori dell'ospedale nei reparti di Pediatria e Neonatologia.

Le operazioni di messa in sicurezza, con tre squadre dei vigili del fuoco, 15 uomini più il funzionario di guardia, sono durate fino all'1e30 circa di lunedì, dopo di che tutto è tornato alla normalità. Le cause del principio di incendio sono ancora in corso d'accertamento ma sembra che le fiamme siano state alimentate da alcune lenzuola sporche riposte nella zona di lavanderia dentro un carrello metallico. Il fumo si è propagato lungo la tromba delle scale fino al reparto di Ostetricia.

Immediata l'estinzione dell'incendio: dopo l’areazione dei locali e le opportune misurazioni strumentali, le degenti sono state fatte rientrare nelle loro stanze, con il consenso del medico. Si presume che a scatenare il principio di incendio sia stata una sigaretta accesa buttata incautamente vicino alla biancheria. Nei sotterranei di Borgo Trento, molte volte nell'arco degli ultimi mesi, si sono susseguiti sgomberi per occupazioni abusive da parte di carabinieri, polizia municipale e agenti della questura, allertati dalla direzione generale dell'azienda sanitaria. In alcuni casi avevano trovato riparo anche pregiudicati e senzatetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, come cambiano le regole a Verona per il Ponte dell'Immacolata

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 4 all'8 dicembre 2020

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

Torna su
VeronaSera è in caricamento