menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, incendio nel canile con 8 morti. Il Pd annuncia battaglia in Regione: "Tragedia annunciata"

Il partito democratico chiederà di individuare le responsabilità di chi avrebbe dovuto vigilare sulla sicurezza degli animali ospiti, del personale e dell’utenza che ogni giorno frequenta la struttura

"L’incendio verificatosi nella notte tra sabato e domenica nel canile della nostra città in cui hanno perso la vita 8 dei cani ospitati è una tragedia annunciata". Lo spiegano in una nota i consiglieri comunali del Partito democratico, Michele Bertucco e Orietta Salemi, a cui si affianca il democratico veronese in Regione, Franco Bonfante, che ha pronta un'interpellanza da presentare sui tavoli veneziani.

"Da anni denunciamo, attraverso mozioni in Consiglio a Verona, convegni e interrogazioni, le carenze strutturali del canile andato a fuoco, i colpevoli ritardi nella realizzazione di quello nuovo e la mancanza di trasparenza nell’impiego dei fondi destinati a dotare la nostra città di una struttura adeguata. Abbiamo in più occasioni elogiato l’attività degli operatori e dei volontari che con grande abnegazione si prodigano per rendere meno difficoltosa l’esistenza di tanti animali sfortunati vittime dell’indifferenza e della malvagità umana. Quello che si continua colpevolmente a sottacere è che il canile in corso di realizzazione in località Binelunghe è un canile-rifugio di proprietà comunale per il quale, con evidente ritardo, non si è ancora, tra l’altro, provveduto ad individuare il gestore".

Continuano i consiglieri del Pd veronese: "Tutte le attività sanitarie svolte dal Servizio veterinario dell’Ulss 20, dalla prima accoglienza degli oltre mille cani vaganti recuperati annualmente sul territorio provinciale, al pronto soccorso di quelli feriti o vittime di incidenti stradali; alle migliaia di visite e attività terapeutiche e interventi chirurgici di sterilizzazione per prevenire il randagismo, sono destinate a continuare ad essere svolte nel canile di via Campo Marzo. Ma per il nuovo canile sanitario al momento non esiste un progetto né un’ipotesi di ristrutturazione di quello esistente. In un periodo di così gravi carenze finanziarie si sarebbero dovuti amministrare più oculatamente i quasi due milioni di euro spesi per il nuovo canile municipale".

Con una interrogazione in Consiglio regionale a firma Franco Bonfante, il Pd chiederà di individuare le responsabilità di chi avrebbe dovuto vigilare sulla sicurezza dei cani ospiti, del personale e dell’utenza che ogni giorno frequenta la struttura, di chi ha effettuato i lavori di manutenzione e di chi avrebbe dovuto verificarne la corretta esecuzione. "Chiederemo venga immediatamente effettuata una precisa e attenta valutazione delle condizioni strutturali della parte restante dei box destinati ad ospitare i cani e della palazzina servizi, oggetto alcuni anni fa di un parziale restauro ma sulla quale erano stati previsti altri interventi di ristrutturazione mai realizzati. Se dai sopralluoghi tecnici dovessero emergere carenze importanti tali da compromettere la sicurezza di chi opera nel canile e non sanabili a breve, si dovrà procedere al trasferimento dei cani in un luogo più sicuro e l’interruzione di ogni attività sanitaria".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
VeronaSera è in caricamento