menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Verona, la gru sbatte sul ponte in tangenziale e fa crollare massi sull'auto dietro: "Sfiorata la tragedia"

Sarebbero state conseguenze ben peggiori per le due ragazze, sorelle di 26 e 35 anni, se la loro Polo fopsse stata anche solo poco più vicina e avesse viaggiato a velocità più elevata. Grosso spavento e grossi danni alla macchina

Erano in due ragazze, l’altra sera, sull’auto che seguiva il camion. La ruspa nel rimorchio però aveva urtato contro il cavalcavia e alcuni massi sono precipitati sulla Volkswagen Polo. Risultato: carrozzeria ammaccata, parabrezza quasi sfondato, tettuccio danneggiato. E un grande spavento con la consapevolezza che se i mezzi avrebbero viaggiato un po’ più veloce e non fosse stata rispettata la minima distanza di sicurezza l’incidente avrebbe avuto conseguenze ben peggiori.

Parla di “tragedia sfiorata” L’Arena, spiegando la situazione in cui si sono trovate le due sorelle di 26 e 35 anni, verso le 19 di martedì, in tangenziale Nord tra Verona e Pescantina. Nel tratto di via Piere del Comune della Bassa Valpolicella, un Tir che stava trasportando un’escavatrice sul rimorchio ha sbattuto contro il cavalcavia e ha provocato il danneggiamento della struttura. Dall’alto sono caduti calcinacci che hanno colpito l’auto che lo stava seguendo. Stavano per imboccare la Statale 12 verso Ceraino, dove la più anziana delle sorelle risiede. Il padre delle ragazze, di Bussolengo, si è precipitato sul posto appena è stato avvertito e ha voluto parlare con il conducente. Quest’ultimo si sarebbe dichiarato molto dispiaciuto di quanto successo e non era mai incorso in guai del genere, nonostante svariate volte avesse trasportato materiale ingombrante. Una disattenzione che gli è comunque costata una multa per trasporto “fuori norma”.

I disagi non si sono fermati all’auto delle due sorelle. Il tratto di strada è stato chiuso per ore, per garantire spazio ai tecnici Anas, ai vigili del fuoco e ai carabinieri di compiere i rilievi. Code di chilometri e visibili fino a Bussolengo si sono protratte a lungo e le uscite Pescantina-Arcè e della Statale 12 sono state chiuse. I lavori per la messa in sicurezza hanno provocato il restringimento della carreggiata con una deviazione del traffico verso Trento alla corsia di sorpasso. Ironia della sorte, il cavalcavia sarebbe comunque nel mirino di “altre” ruspe: quella per la demolizione. L’Anas ha infatti spiegato che da tempo era in programma la demolizione dell’intero cavalcavia e che è tuttora fissata entro il mese di dicembre, dopo l’ultimazione dei lavori alle condutture del gas. Il tratto di via Piere rimane chiuso per ulteriori accertamenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento