menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, giunge in città da Santo Domingo. Nella pancia nasconde un etto di cocaina: due arresti

Nove gli ovuli di cocaina che aveva ingerito e che sono stati ritrovati dalla perquisizione di una casa in città, dai militari della guardia di finanza scaligera. Nei guai il corriere straniero di 20 anni e il suo "contatto", un operaio 42enne

Era giunto a Verona in aereo, dopo vari scali da Santo Domingo. E con un carico speciale e a dir poco scottante: nove gli ovuli di cocaina che aveva ingerito e che sono stati ritrovati dalla perquisizione di una casa in città, dai militari della guardia di finanza scaligera. A finire nei guai è stato il corriere di 20 anni, dominicano, assieme all’operaio di 42, presunto compratore di droga. Gli ovuli contenevano ciascuno 12 grammi di coca, pronta per essere spacciata. Un totale di oltre un etto di polvere bianca.

Addosso al suo contatto in città sono stati ritrovati 4 involucri mentre gli altri 5 erano ancora nella disponibilità del corriere. Il ragazzo era decollato da Santo Domingo alla volta di Madrid e passando per Venezia. Poi era giunto a Verona e si era incontrato con l’operaio che probabilmente era uno dei pusher che doveva smerciare la cocaina al dettaglio. Per entrambi gli arrestati, come spiega L’Arena, il giudice per le indagini preliminari ha disposto il carcere, fino al processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento