menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, giù la tasse dei rifiuti per i residenti e le aziende. Aumentano solo per i centri commerciali

Il Comune di Sona risparmia sul servizio e le ricadute sono positive per tutti i cittadini. Riduzioni fino al 35% per le botteghe storiche. Alla "Grande Mela" bollette più care del 10%: "All'insegna del chi inquina paga"

Per il 2014, i cittadini e le aziende di Sona vedranno diminuire fino al 20% la tassa dei rifiuti. A comunicarlo è l’assessore Luigi Forante durante il Consiglio comunale del 26 luglio scorso. “È un risultato straordinario dopo anni di aumenti a doppia cifra – sostiene il sindaco Gianluigi Mazzi -: ciò dimostra che una gestione oculata del ciclo dei rifiuti, a cominciare dalla corretta diversificazione a casa o nelle aziende, comporta un risparmio per tutta la collettività L’impegno e la volontà pagano. Continuiamo così.”

“Il Piano finanziario per l’anno 2014 stabilisce che l’ammontare di tutti i costi afferenti al servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati sia pari a un milione e 739mila euro – dichiara Forante – e, considerato che il Piano finanziario per l’anno 2013 prevedeva costi per un milione e 850mila si determina così un risparmio di oltre 111mila euro, pari al 6 percento”.

Non solo. La Tari 2014, rispetto alla Tares 2013, non prevede più il tributo sui servizi destinato allo Stato (0,30 centesimi a metro quadrato) e questo determina un risparmio ancora più importante per i contribuenti. Le famiglie e i cittadini risparmieranno almeno il 6% ma, se si considera anche il risparmio del tributo sui servizi, si arriva a circa il 20%. Per le utenze non domestiche cioè tutte le ditte, escluse dalla Tasi, avranno un risparmio effettivo dal 8% al 15% circa, in relazione alla categoria economica di appartenenza e alla superficie detenuta. “Si è scelto anche di ridurre per le utenze dei ristoranti, ortofrutta-fiorerie e bar il coefficiente di produzione annua per metro quadrato dei rifiuti, come concesso dalla legge solo per il 2014-2015 – dichiara il sindaco Gianluigi Mazzi -. Tale riduzione comporterà un ulteriore sconto sulla tariffa e questa scelta permette di riequilibrare il rapporto tariffa/rifiuti conferiti per le utenze commerciali che nel 2013 avevano subito per legge un notevole aumento della tariffa. Un atto necessario in questo tempo di crisi.”

"CHI INQUINA PAGA" - Il Comune ha adottato anche una riduzione del 35% per le “botteghe storiche” e una maggiorazione del 10% per le utenze del centro commerciale "La Grande Mela" e dell’ex residence “Bavaria”, "al fine di compensare i maggiori costi per la raccolta e lo smaltimento dei rifiutiprodotti, nel rispetto del principio legislativo di equità del "chi inquina paga" ".

La Tari 2014 dovrà essere pagata in due rate: il 10 settembre e il 10 novembre. Il versamento sarà effettuato, come lo scorso anno, utilizzando il modello unificato semplificato F24, spedito ai contribuenti unitamente ad comunicazione di un "invito al pagamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento