Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Circonvallazione Alfredo Oriani

Verona, giro di vite sui ritrovi dei tossici. Spaccio di droga all'ex Zoo: pusher beccato con l'acquirente

Il trafficante 40enne era in compagnia di due complici: mentre uno incassava il denaro, l’altro vigilava l’area circostante per segnalare eventuali presenze di disturbo alla loro attività. Solo uno in manette

Prosegue l’attività antidroga della polizia di Verona. Soprattutto in quelle aree cittadine notoriamente ritrovo di pusher e tossicodipendenti. E così mercoledì pomeriggio, verso le 16e45 un altro pusher è caduto nelle fitta rete dei controlli quotidiani. Si tratta di un marocchino 40enne, senza fissa dimora, sorpreso ai bastioni Santo Spirito (ex Zoo) proprio mentre cedeva alcune dosi di marijuana ad un giovane ragazzo veronese che, quale compenso, gli stava consegnando 10 euro.

Il pusher era in compagnia di due complici, verosimilmente anch’essi magrebini: mentre uno incassava il denaro, l’altro vigilava l’area circostante per segnalare eventuali presenze di disturbo alla loro attività. E a disturbarli, a poco distanza, proprio i poliziotti delle Volanti che, avendo accertato l’attività di spaccio in flagranza, hanno immediatamente fermato sia il giovane acquirente che uno dei tre spacciatori. Sono invece riusciti a fuggire gli altri due. Ai polsi del marocchino sono scattate le manette e nei suoi confronti l’arresto con l’accusa di “spaccio in concorso con persone al momento ignote”. Risale alla mattinata di giovedì l’udienza di convalida dell’arresto seguita dal rito per direttissima che ha visto la condanna del 40enne a otto mesi di reclusione e 2mila euro di multa. La pena è stata sospesa e il pusher è tornato in libertà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, giro di vite sui ritrovi dei tossici. Spaccio di droga all'ex Zoo: pusher beccato con l'acquirente

VeronaSera è in caricamento