menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, giovani sbandati imperversano su è giù per il centro con scippi e furti: tre veronesi nei guai

A distanza di due ore arrivano segnalazioni al 113 per razzie messe a segno in pieno giorno. I ragazi alla fine cadono nella trappola della polizia: bloccate le vie di fuga, vengono ammanettati a ponte Pietra

Giovanissimi e sbandati. Nei guai per una serie di scippi in città sono finiti tre ventenni veronesi. A scopririli e fermarli sono stati i poliziotti delle Volanti della questura. Un intervento in pieno centro e di giorno, comunque non facile da portare a termine. Erano le circa le 16e30 quando la Sala operativa aveva ricevuto la richiesta di soccorso da parte di un'anziana signora veronese che aveva appena subito un furto. Ha raccontato che mentre passeggiava per via Pallone, un giovane, robusto e con i capelli rasati, le aveva strappato dalle mani il borsello per poi dileguarsi, insieme ad altri due ragazzi, verso via Adigetto.

Giunti sul posto, i poliziotti hanno potuto raccogliere le descrizioni dei tre malviventi che, nonostante la concitazione della situazione, la signora aveva visto bene e ben ricordava: indicazione fondamentale per far partire le indagini e che ha poi permesso di individuare senza dubbio gli scippatori.

Altro elemento determinante il contenuto del borsello rubato: un vecchio telefono cellulare, di poco valore, e l’irrisoria somma di otto euro. Visto l’esiguo bottino, gli agenti hanno subito previsto che i tre ladruncoli avrebbero continuato la loro “giornata di lavoro”, tentando altri furti nel centro città, e quindi, insieme ad altre due pattuglie, hanno cominciato un apposito servizio, gravitando intorno ai luoghi strategici del centro. Ed è stato così: dopo un’ora di pattugliamento e di attesa, la trappola delle Volanti è scattata. Intorno alle 17e30, al 113 è arrivata un’altra richiesta di soccorso per uno scippo. Stesse modalità, stessi soggetti, se non che, in questo caso, un passante era riuscito a recuperare il maltolto prima che fuggissero.

Fondamentale, ancora una volta, la chiarezza della segnalazione da parte della derubata, un’altra anziana signora, la quale ha indicato con precisione la direzione in cui erano fuggiti i tre. Così, grazie alle segnalazioni dettagliate e all’efficace posizionamento delle pattuglie, i poliziotti, in pochi istanti, sono giunti addosso ai tre scippatori. I tre, nei pressi di Ponte Pietra, vistisi scoperti, hanno anche tentato una breve fuga dividendosi ma l’arrivo delle altre Volanti, che stavano convergendo dalle direzioni opposte, ne ha spento ogni intenzione.

Tre veronesi in manette: un 23enne originario di Isola della Scala e un coetaneo di Soave, entrambi senza fissa dimora e un 24enne di Verona. Alla luce di quanto accertato, dopo l'identificazione, sono stati tratti in arresto per i reati di furto aggravato e tentato furto in concorso ra loro. In attesa del processo, disposto a febbraio dal giudice delle indagini preliminari, sono stati rimessi in libertà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento