Cronaca Riva San Lorenzo

Giovani e "ricchi" a caccia di forti emozioni: sorpresi da una retata delle Volanti

L'operazione ha visto anche la collaborazione dell'unità cinofila della polizia penitenziaria e della polizia locale ed è partita dalla zona di Riva San Lorenzo

Una maxi-operazione di controllo è scattata ieri pomeriggio intorno alle 17.30, su disposizione del questore Danilo Gagliardi, nella zona di Riva San Lorenzo, come indicato dalle segnalazioni giunte sia da poliziotti che hanno pattugliato la zona sia da residenti. Il servizio non ha toccato solo questa parte della città ma anche altre considerate a rischio come il parco delle Colombare, piazza Viviani e altri luoghi di aggregazione cittadini. 

Oltre alle Volanti della Squadra Mobile, hanno partecipato l'unità cinofila della polizia penitenziaria e la polizia locale, che hanno provveduto a bloccare il passaggio con le proprie vetture, messe di traverso sulla strada con i lampeggianti accesi, mentre i cani antidroga eseguivano il proprio lavoro. Questi luoghi infatti vengono spesso indicati come un punto d'incontro fra spacciatori e giovani, giovanissimi consumatori e il quadro emerso alla fine dei controlli ha dato ragione agli inquirenti. Le telecamere posizionate nella zona, mostrano ragazzini e ragazzine sui 16-17 anni, mentre acquistano droga di tutti i tipi: dall'hashish alla cocaina, dall'eroina alla marijuana. Gli spacciatori poi vengono ripresi mentre svolgono la propria attività come se fosse perfettamente lecita e legale, tagliando "il fumo" appoggiato sul muretto della via come se niente fosse. 

I giovani fermati sono stati trovati in possesso di 50 euro o più pronti ad essere investiti in droga. Nella maggioranza dei casi si tratti di veronesi benestanti: i loro genitori ora sono stato convocati in Questura. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani e "ricchi" a caccia di forti emozioni: sorpresi da una retata delle Volanti

VeronaSera è in caricamento