Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Stazione / Piazzale XXV Aprile

Verona, giovane borseggiatore scoperto sul bus: picchia la vittima e ingaggia zuffa col poliziotto

Allarme nell'ora di punta pomeridiana a Porta Nuova. Gli agenti arrivano e notano due persone che si stavano violentemente scontrando sul marciapiede degli autobus. Il ladro, 29enne rumeno, scappa ma viene raggiunto e cerca nuovamente la fuga

Non solo ha borseggiato un cittadino veronese mentre erano sul pullman ma poi, quando questi lo aveva scoperto e raggiunto, lo ha pure aggredito buttandolo perfino a terra. Provvidenziale l’intervento delle Volanti che ha permesso di trarre in salvo l’aggredito e di bloccare il ladro.

Erano circa le 17 di mercoledì quando i poliziotti delle Volanti, mentre stavano pattugliando la zona del piazzale ella stazione Porta Nuova, hanno notato due persone che si stavano violentemente azzuffando sul marciapiede degli autobus. Si trattava di un italiano sulla cinquantina e di un ragazzo più giovane, di origini apparentemente Est europee, il quale stava avendo la meglio sul rivale, strattonandolo tanto da trascinarlo a terra e ferirlo alle braccia. I poliziotti si sono quindi avvicinati per dividerli ma, non appena ha visto la Volante, il più giovane dei due si è dato precipitosamente alla fuga, correndo verso Porta Nuova.

Un agente si è subito messo all’inseguimento e lo ha raggiunto poco dopo. La posizione del 29enne rumeno si è aggravata quando ha decisom di scagliarsi contro il poliziotto che gli aveva intimato l'Alt. Anche lì è scaturita una colluttazione terminata grazie all’arrivo tempestivo del collega in divisa. Il malvivente è stato così bloccato e ammanettato. È stata poi ricostruita la vicenda: il giovane, pluripregiudicato, approfittando della calca sul pullman della linea 22, era riuscito a sfilare il cellulare Samsung S3 e il portafoglio contenente 500 euro dal borsello del cittadino veronese. Quest'ultimo lo aveva però subito individuato e rincorso, riuscendolo a fermare, recuperando il maltolto ma guadagnandosi cinque giorni di prognosi per le botte subite. Alla luce di quanto accertato il borseggiatore è stato arrestato per rapina impropria e violenza finalizzata alla resistenza a pubblico ufficiale.

Nel procedimento per direttissima il giudice ha convalidato l’arresto, disponendo il suo trasferimento in carcere in attesa del processo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, giovane borseggiatore scoperto sul bus: picchia la vittima e ingaggia zuffa col poliziotto

VeronaSera è in caricamento