Cronaca Sant'Ambrogio di Valpolicella / via Case Sparse Brennero

Il cordoglio del paese attorno alla famiglia di Gioele: "Era un ragazzo speciale"

Ancora non è chiaro alla polizia stradale quale dei due veicoli abbia invaso la corsia provocando l'incidente che è costato la vita a due persone. Intanto a Sant'Ambrogio e frazioni parenti e amici ricordano il caro scomparso

Non è ancora chiaro alla Polizia Stradale quale dei due veicoli sia finito nella corsia opposta, causando l'incidente che ha posto fine alla vita di Gioele Policante, 21 anni di Domegliara, e Paola Cortelletti, 54 anni di Trento. In seguito al sinistro è finito al Polo Confortini anche il marito della donna, Alessandro Carlini, 58 anni, che si trovava alla guida del camper. 

I soccorritori sono stato avvisati della vicenda dagli automobilisti di passaggio e giunti sul posto si sono trovati davanti a due veicoli completamente distrutti dall'impatto, con le persone incastrate all'interno dei rispettivi abitacoli. La Fiat Bravo guidata dal 21enne, è stata sbalzata oltre i new jersey in cemento e la rete di plastica che delimita alcuni lavori in corso, terminando la propria corsa vicino ad un torrente. Il Fiat Ducato camper invece è rimasto sulla carreggiata capovolto. Le due squadre di Vigili del Fuoco hanno fatto di tutto per estrarre quanto prima quelle persone dalle lamiere ma per due di loro non c'era già più nulla da fare. 

Poco dopo il fatto, sul luogo sono arrivati alcuni amici del giovane e poco dopo anche i familiari. Il tam tam notturno di messaggi e chiamate è infatti arrivato anche a papà Giglio e mamma Graziella, oltre che ai fratelli più grandi Matteo e Silvia e alla ragazza di Gioele, Nicole, giunta anche lei sul posto. I cari hanno quindi potuto riconoscere il corpo già in quei drammatici momenti.  

Socievole, vivace e appassionato di calcio, in particolar modo dell'Hellas Verona. Con un gruppo di amici Gioele si recava la domenica allo stadio Bentegodi per seguire la sua squadra del cuore e qualche volta andava anche in trasferta. Diplomato al Giorgi, ha militato per qualche stagione proprio nell'Hellas, a livello giovanile, e quest'anno aveva ripreso l'attività con gli Amatori di Sant'Ambrogio di Valpolicella. Per gli amici del bar Al BuonCaffè di Volargne parla Davide al quotidiano L'Arena: "Era speciale, Gioele, abbiamo legato subito. Lo voglio ricordare con il suo abbigliamento da stadio". Mentre Nicola, un amico d'infanzia, lo ricorda così: "Abbiamo frequentato asilo e scuole elementari insieme ma anche dopo ritrovarsi era sempre un piacere". Ora tutto il paese si stringe attorno alla famiglia del giovane, per aiutarla a superare questa momento difficile. 

Paola Cortelletti abitava con il marito in  via Palermo a Trento, faceva la casalinga ed era iscritta ad un'associazione che svolgeva anche attività teatrali. Carlini è un dipendente del comune di Trento e lavora come inserviente nella biblioteca situata in via Roma.

Le salme si trovano presso all'istituto di medicina legale, a Borgo Roma, a disposizione del magistrato di turno. Si attende la comunicazione della data del funerale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cordoglio del paese attorno alla famiglia di Gioele: "Era un ragazzo speciale"

VeronaSera è in caricamento