menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tenta di rubare il navigatore e poi brucia l'auto: arrestato

Un tunisino di 26 anni ha cercato di sottrarre il gps satellitare da una Mercedes e poi avrebbe provato a dare la macchina alle fiamme. Visto da una testimone, il giovane è finito in manette

Per le strade delle provincia, nel corso del 2012, si è assistito ad una vera e propria escalation di furti e rapine, naturale quindi che ora il livello di allarme sia molto alto, con le forze dell'ordine sempre pronte a intervenire. Come conseguenza anche i delinquenti agiscono con maggiore attenzione, ma nessuno si sarebbe aspettato che un tentativo fallito di furto in auto si sarebbe trasformato in un caso di incendio.

TENTATO FURTO -  I carabinieri della Compagnia di Verona questa notte hanno arrestato un tunisino di 26 anni, reo di aver tentato di asportare da un’autovettura Mercedes ML un navigatore satellitare e di aver tentato di incendiarla per cancellare le tracce che aveva lasciato l’azione delittuosa. Ancora una volta fondamentale è stata la collaborazione tra cittadini e carabinieri. Una 55 enne residente in via Muro Lungo Campo Marzo ha visto che il ragazzo stava armeggiando vicino ad alcune autovetture parcheggiate sulla pubblica via e non ha esitato a chiamare il 112.

L'ARRESTO - Immediato è stato l’intervento dei militari dell’aliquota radiomobile della compagnia scaligera che hanno spento l’incendio che si stava sviluppando nel’abitacolo, recuperato la pietra che era stata utilizzata per rompere il finestrino anteriore lato passeggero e sequestrato l’accendino con cui il tunisino aveva incendiato l’attacco in plastica della cintura di sicurezza, da cui sono partite le fiamme che rapidamente si sono propagate al sedile del conducente. I carabinieri dopo aver bloccato il 26 enne, già gravato di pregiudizi di polizia, lo hanno condotto in caserma e arrestato per tentato furto su autovettura e danneggiamento seguito da incendio del veicolo. A seguito della convalida dell’arresto, il giudice ne ha disposto l’accompagnamento presso il carcere di Montorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento