Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Brà

Fondazione Arena: tra i 34 candidati c'è il nuovo soprintendente che sostituirà Girondini

Nuovo Consiglio di indirizzo in arrivo per la Fondazione Arena, la quale ha ricevuto 34 candidature per l'incarico di soprintendente. Molti i nomi illustri, tra manager e rappresentanti del settore artistico.

Presto l'attuale Consiglio di amministrazione della Fondazione Arena lascerà il posto al Consiglio di indirizzo, per il quale stanno emergendo nomi illustri e che avrà il compito di indicare al ministro dei beni culturali, Dario Franceschini, il nome del nuovo soprintendente che dovrà sostituire l'attuale Francesco Girondini. Sono 34 le candidature arrivate per l'incarico in questione e che verranno vagliate dal Consiglio guidato dal presidente e sindaco Flavio Tosi. Il Cda si riunirà per l'ultima volta lunedì, giorno in cui si avrà il nuovo Consiglio di indirizzo, che sarà composto da un minimo di cinque ad un massimo di sette membri, in rappresentanza dei soci fondatori. 

Il Comune, oltre al sindaco, potrebbe confermare l'avvocato Marco Pezzotti e designare Sergio Cinquetti, imprenditore nel cda nominato dal ministero dei beni culturali, il quale dovrà scegliere almeno un altro nome dunque (ora sono due) anche perché l'altro membro dell'attuale cda in quota al governo, Maria Pia Garavaglia, è appena entrata pure con nomina di Franceschini nel Consiglio di indirizzo dell'Opera di Roma. Attende conferma il presidente dell'Accademia Filarmonica di Verona, Luigi Tuppini, in quota al comune.

La Camera di Commercio ha, invece, designato come proprio rappresentante del futuro Consiglio, l'imprenditore veronese Massimo Ferro, già presidente dell'Aeroporto Catullo e della Camera di Commercio, deputato e poi presidente del Comitato di indirizzo dell'Azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona. Ferro prenderà il posto del vicepresidente uscente Paolo Ambrosini. A rappresentare la Regione ora c'è Mattia Galbero, già presidente provinciale, che verrà riproposto, anche se verranno valutate varie proposte. I tempi della Regione potrebbero essere lunghi, ma con tre consiglieri in quota al Comune (sindaco compreso) uno alla Camera di Commercio e uno del ministero, si arriverebbe così al minimo di cinque membri necessari.

Per l'incarico di soprintendente, alla Fondazione Arena sono arrivate le candidature di 34 aspiranti. Fra i tanti nomi, i più papabili sono quello del commercialista e manager di Aquardens Enrico Ghinato, preferito da Tosi. Da segnalare anche il manager Piero Mranghi,  amministratore delegato e proprietario di Sky Classica, Ferdinando Pinto, già custode al Petruzzelli di Bari, Lidia Cappellina, esperta di finanza, Giovanni Luca Darbi, ex assessore comunale alla Cultura e Quindi Fulvio Zendrini, esperto di marketing.

Da aggiungere poi l'ex soprintendente a Verona, dal 1986 al 1990, Francesco Ernani, poi in altri teatri fino al Comunale di Bologna, Angela Spocci, che lavorò alla segreteria generale dell'Arena, Mauro Meli, già alla guida dei teatri lirici di Parma e di Cagliari e Catullo De Martino, rimosso però dall'Opera di Roma.
Altri candidati direttamente dal settore artistico: Alessandro Gilleri, Stefano Pace, Federico Pupo direttore artistico del Salieri di Legnago, Claudio Migliorini, Marco Maimeri, Daniele IovanellaCorinne Baroni, Mario Menini. E poi Dario Carbone, violinista all'Arena, i cantanti Chiara Passudetti e Domenico Balzani, il direttore d'orchestra Walter Attanasi, l'esperta di musica Elena Biggi Parodi, Attilio Martignoni, Fabio Dell'AversanaLudek Golati, regista, Roberto Tirapelle, Alessandra Bisognin, Monica Russo, Pietro Furriolu e Mario Gabos.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Arena: tra i 34 candidati c'è il nuovo soprintendente che sostituirà Girondini

VeronaSera è in caricamento