Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca San Zeno / Via Silvio Pellico

Il "finto tecnico" colpisce ancora: gli consegnano i soldi del contatore e sparisce

Ad essere raggirati, questa volta, è una coppia residente in Via Pellico. Un uomo ha suonato il campanello della loro abitazione dicendo di dover compiere un lavoro sulla rete idrica

Ancora un caso di truffa in abitazione. Ad essere raggirati, questa volta, è una coppia residente in Via Pellico.

L’escamotage è quello consueto del finto tecnico della rete idrica. L’uomo, sui 35 anni, alto un metro e ottanta, con addosso un giubbino arancione con fasce catarifrangenti, si presenta alla porta, sostiene di dover cambiare il contatore dell’acqua e che per farlo dovrà temporaneamente interromperne l’erogazione. Tuttavia occorre il pagamento anticipato e così i coniugi gli consegnano, in contanti, i 400 euro richiesti. Quando, dopo mezzora, vedendo che l’acqua non veniva staccata, si accorgono di essere stati truffati e chiamano il 113 è già troppo tardi. Il malvivente è già scomparso.

Quest’ultimo episodio da modo alla Questura di ricordare a tutti i cittadini veronesi che in nessun caso le Aziende dei vari servizi inviano loro tecnici senza preavviso e che è buona norma richiedere sempre, a chi si presenta a casa nostra, un tesserino di riconoscimento. E soprattutto, non appena venga fatta una qualsiasi richiesta di denaro, occorre chiamare immediatamente il 113, dando modo agli Agenti di cogliere il truffatore sul fatto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "finto tecnico" colpisce ancora: gli consegnano i soldi del contatore e sparisce

VeronaSera è in caricamento