Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Bosco Chiesanuova / Via Roma

Verona, si finge finanziere e chiede mazzetta per sistemare i "controlli": imprenditore fa "la spia"

Una telefonata anomala e dall’altro capo della cornetta un presunto militare che chiede 500 euro per sorvolare sulle verifiche fiscali in programma nell’azienda di Bosco Chiesanuova. I carabinieri si appostano e lo beccano subito

Il modus operandi è ormai più che conosciuto dai carabinieri, che appena hanno ricevuto la denuncia di un imprenditore della provincia hanno subito capito di chi poteva trattarsi. Una telefonata anomala e dall’altro capo della cornetta un presunto finanziere che chiede 500 euro per sorvolare sulle verifiche fiscali in programma nell’azienda. L’imprenditore aveva contattato così i carabinieri che immediatamente avevano capito di chi si trattava: Fernando Lisci, un 68enne più volte arrestato e con numerosi precedenti per lo stesso tipo di reati.

L’appuntamento-trappola viene così fissato per la tarda mattinata del giorno successivo, Lisci si presenta da solo e l’imprenditore gli consegna 100 euro come anticipo sulla somma totale pattuita. Ma una volta allontanatosi sono intervenuti i militari della stazione di Bosco Chiesanuova e di Verona, che, appostati poco distanti, hanno assistito a tutta la trattativa permettendo così di agire in flaranza di reato.

Una volta bloccato, i sospetti sull’identità si rivelano assolutamente fondati: si tratta proprio dello stesso soggetto, arrestato, tra l’altro, il capodanno del 2012 dai carabinieri di Verona per un fatto analogo. Dai successivi controlli emerge anche un’altra particolarità: il 68enne si trova agli arresti domiciliari proprio in seguito alla condanna per la truffa del 2012.

Arrestato per tentata truffa aggravata, evasione e sostituzione di persona, è comparso mercoledì mattinata davanti al giudice Marzio Bruno Guidorizzi, che ha convalidato l’arresto e disposto come misura cautelare gli arresti domiciliari. Accolta la richiesta di termini a difesa: il processo per direttissima è stato rimandato al 25 novembre 2014.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, si finge finanziere e chiede mazzetta per sistemare i "controlli": imprenditore fa "la spia"

VeronaSera è in caricamento