Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Brà

Verona, festa "110 anni Hellas" ma niente beneficenza. Tosi: "Verso vie legali"

Il sindaco spulcia il rendiconto dell'evento che doveva servire a devolvere l'intero incasso alle associazioni del territorio: ma i 200mila si sono volatilizzati per le spese organizzative. Il Pd: "Banda di buffoni"

Festa "110 anni Hellas Verona" del 20 maggio: una serata di gioia per la società, per i tifosi, per la città. Doveva esserlo anche per le associazioni benefiche, alle quali doveva andare l'intero ricavato dai ticket venduti e dal merchandising. La realtà è stata ben diversa, e ad Abeo, Football Academy, "Voci e Volti", "Noi per Lorenzo" probabilmente andranno le briciole: dei 210mila euro raccolti potrebbero (potrebbero) restare 7mila euro. Ma non è nemmeno detto. La storia, riportata con dati e nomi dal Corriere Veneto, ha creato scalpore, in città. In Comune, poi, una persona in particolare non deve averla presa molto bene. Il sindaco Flavio Tosi avrebbe annunciato di voler spulciare il rendiconto della serata del 20 maggio scorso e di essere pronto a ricorrere ad avvocati per chiarire meglio la situazione. Al centro della contesa c'è l'apertura di palazzo Barbieri nel concedere l'Arena e "favorire" gli sponsor pubblici: Atv, Amia, Agsm. Nel "pacchetto" risultano esserci anche Banca del Veneto e Unicredit. In ogni caso, come spiega il quotidiano locale, Tosi non ha gradito che la beneficenza sia passata in secondo piano, per non dire azzerata.

"Avevamo chiesto una relazione puntuale sul conto economico dell'evento - spiega ora il sindaco - ed ora sto aspettando dai miei uffici, che stanno analizzando il tutto, le valutazioni, per capire la conformità rispetto a quanto comunicatoci dagli organizzatori".

FESTA "110 ANNI HELLAS": 210 MILA EURO DI INCASSO. NULLA ALLA BENEFICENZA

Ad entrare nelle ire del sindaco, quindi potrebbero essere Alberto Lomastro e Luciano Marangon. Che potrebbero incorrere anche in beghe giudiziarie se la beneficenza non avesse luogo, perchè in quel caso sarebbe "chiaro che l'amministrazione dovrebbe agire". Il Corriere interpella anche  vertici delle aziende che hanno partecipato alla sponsorizzazione. Paolo Paternoster, presidente Agsm, confessa il rammarico per la situazione ma per gli organizzatori "mette una mano sul fuoco": i 15mila euro messi a disposizione per l'evento in Arena dalla società di servizi veronese sono serviti a fare

"una festa di tutta la città e di tutta la provincia, ci ha dato una visibilità enorme, un ottimo investimento per noi, che rifarei subito"

Non ci va certo per il sottile, invece, l'opposizione. In Consiglio comunale il Pd, per voce di Damiano Fermo, ci va durissimo.

A maggio avevamo messo in guardia la città dalla qualità delle persone che avrebbero gestito il “compleanno” dell’Hellas. E sul fatto che l’Arena non andava regalata a soggetti di questo calibro. Ma loro, forti della disponibilità della Giunta comunale e di un senso collettivo di sostegno alla squadra del cuore, avevano avuto porte aperte. E oggi scopriamo di essere stati tutti presi in giro da una banda di buffoni. I veronesi e le associazioni di volontariato vengono insultate da questi piccoli intrallazzatori che hanno marciato sull'Hellas, sulla città di Verona e sulla speranza di associazioni che sono solo servite a ripulire la faccia di queste persone. Che fine hanno fatto i soldi destinati alla beneficenza? Un palco costa veramente 27.000 euro? Proviamo a chiedere un preventivo a 2 service diversi e vedere che valore ha il montaggio e smontaggio di quel palco? Vogliamo che bilanci e fatture siano messi on-line. E' incredibile che siano stati sperperati contributi dei sponsor pubblici quando poi ad Amia mancano le risorse per continuare a curare il verde pubblico o non si riescono a trovare poche migliaia di euro per le iniziative culturali nelle scuole.

IL VIDEO DELL'EVENTO IN ARENA "110 ANNI HELLAS" DEL 20 MAGGIO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, festa "110 anni Hellas" ma niente beneficenza. Tosi: "Verso vie legali"

VeronaSera è in caricamento