Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Bardolino / Strada Regionale 249

Verona, fedina penale con scippi, furti e truffa: lo beccano alla festa paesana. Era ricercato europeo

La polizia stradale di Bardolino lo ha trovato a margine delle celebrazioni della Festa dell'Uva: il 36enne rumeno era ubriaco e in compagnia di due giovani connazionali. Arrestato, è in attesa di estradizione

Arresti anche durante i controlli alle sagre paesane. Da giovedì 2 ottobre è in corso la 85esima "Festa dell'Uva e del vino", a Bardolino, che notoriamente chiude la stagione turistica ed alla quale partecipano migliaia di persone provenienti da varie parti d'Italia e dell'Europa. Come previsto dal questore di Verona, Vito Danilo Gagliardi, erano stati potenziati i servizi di vigilanza soprattutto in materia di consumo di alcolici oltreché di ordine pubblico.

Nel corso di questi servizi, nella nottata trascorsa, verso le 2 lungo la Regionale 249 ma nel centro abitato, gli agenti della polizia stradale di Bardolino hanno tratto in arresto un 36enne rumeno, residente a Magliano Sabino (Rieti), perché colpito da mandato di arresto europeo emesso dalle autorità della Germania. Era accusato di furto, scippo e truffa commessi nel periodo compreso tra il 23 gennaio e il 28 marzo di quest'anno. Nella circostanza del controllo, l’uomo si trovava come passeggero a bordo di un'autovettura Volkswagen Polo con targa rumena condotta e occupata da due giovani connazionali. In evidente stato di alterazione alcolica, l’uomo è stato controllato e risultato positivo al controllo nei database "Schengen", motivo per cui è stato tratto in arresto ed ora avviato alle procedure di estradizione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, fedina penale con scippi, furti e truffa: lo beccano alla festa paesana. Era ricercato europeo

VeronaSera è in caricamento