Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via Giuseppe Mazzini

Verona, fanno i "sarcofaghi" in piazza Bra ma sono senza autorizzazione: artisti di strada cacciati

I due giovani, entrambi cittadini indiani, uno di 19 e l’altro di 24 anni, quest’ultimo irregolare in Italia, erano travestiti da reperti egizi ma non avevano il permesso per l’occupazione di suolo pubblico

Mercoledì pomeriggio la polizia municipale ha controllato ed allontanato due mimi che si stavano esibendo in piazza Bra, all’angolo con via Mazzini, senza la regolare autorizzazione. I due giovani, entrambi cittadini indiani, uno di 19 e l’altro di 24 anni, quest’ultimo per di più irregolare in Italia, erano vestiti da sarcofaghi egiziani ma non avevano il permesso per l’occupazione di suolo pubblico, introdotto dal nuovo regolamento entrato in vigore il mese scorso per regolamentare l’attività di mimi, statue viventi e figuranti.

Dai controlli effettuati, gli agenti hanno anche scoperto che uno dei due giovani era irregolarmente presente in Italia, mentre l’altro, seppur momentaneamente sprovvisto del permesso di soggiorno, è risultato presente nel nostro Paese regolarmente. Al termine delle verifiche i due sono stati denunciati all’autorità giudiziaria, per immigrazione clandestina l’uno e mancanza di permesso di soggiorno al seguito l’altro, nonché sanzionati per essersi esibiti in modo irregolare occupando il suolo pubblico, violazione che prevede una sanzione amministrativa di 168 euro e l’impossibilità di richiedere un’autorizzazione per i prossimi tre mesi. Nelle scorse settimane la polizia municipale aveva contattato tutti gli artisti di strada che si esibiscono abitualmente in centro, consegnando a ciascuno di loro una copia del regolamento ed un foglietto riassuntivo contenente i principali aspetti d’interesse. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, fanno i "sarcofaghi" in piazza Bra ma sono senza autorizzazione: artisti di strada cacciati

VeronaSera è in caricamento