rotate-mobile
Cronaca San Martino Buon Albergo / Piazza del Popolo

Verona, fango dal Chiampo. La Regione rassicura: "Nessun inquinante a San Martino"

"Non è stato autorizzato alcun deposito di alcun tipo nelle due cave Guainetta e Case Nuove. Quanto indicato nel progetto che riguarda l'estensione dell'opera di invaso di Montebello, è solo una proposta"

“Posso rassicurare gli abitanti di San Martino Buon Albergo, non c’è alcun rischio di inquinamento dei terreni delle cave presenti nel Comune”. A dirlo è l’assessore regionale alle politiche ambientali Maurizio Conte in relazione a notizie circa il conferimento di fanghi inquinanti in due siti del territorio del comune veronese. “Innanzitutto – precisa Conte - non è stato autorizzato alcun deposito di alcun tipo di fanghi nelle due cave Guainetta e Case Nuove. Quanto indicato nel progetto che riguarda l'estensione dell'opera di invaso di Montebello a servizio del torrente Chiampo, è solo una proposta, un’ipotesi che è necessario formulare in sede progettuale, ma che poi deve essere meglio definita in sede di esecuzione delle opere”.

CAVE A SAN MARTINO RIEMPITE CON I FANGHI DEL CHIAMPO, IL SINDACO PRESENTA ESPOSTO

A seguito della notizia sull'utilizzo presunto delle cave, giovedì pomeriggio il sindaco Valerio Avesani aveva annunciato un esposto alla Procura e alla Prefettura di Verona e una lettera di richiesta di chiarimento alla Regione. "È inaccettabile - aveva sbottato Avesani - che oltre ai Comuni vicentini in data 11 ottobre 2013, quando è stata inviata la documentazione, non abbiano informato anche la nostra amministrazione comunale. Siamo venuti a sapere del piano casualmente ieri, grazie a un’indagine dei nostri uffici comunali".

Conte, da Venezia, cerca di tranquillizzare Avesani e i suoi concittadini: “In quest’attività – spiega l’assessore - Arpav ci fornirà il suo fondamentale supporto tecnico e tutte le necessarie analisi dei terreni per verificare con esattezza le loro caratteristiche chimico fisiche, sulla base delle quali deve essere predisposto e approvato. Ma se questo aspetto procedurale non bastasse a tranquillizzare gli abitanti di San Martino Buon Albergo - conclude Conte - è importante che sappiano anche che i materiali di scavo che possono essere portati all’interno delle cave devono avere le migliori caratteristiche chimico-fisiche, analoghe a quelle che la legge prevede per le terre da utilizzare per i parchi urbani. Niente di inquinante”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, fango dal Chiampo. La Regione rassicura: "Nessun inquinante a San Martino"

VeronaSera è in caricamento