Cronaca Borgo Trento / Via Santini

Verona, evade dagli arresti per andare a rubare: lo sorprendono e ingaggia inseguimento

Non appena il georgiano 35enne aveva capito che la pattuglia voleva fermarlo aveva imboccato contromano alcune vie. La fuga era durata pochi minuti: per seminare l'autoradio, aveva lanciato contro i carabinieri la sua bicicletta

Era ai domiciliari da marzo, dopo essere stato in carcere per qualche mese per un furto in abitazione commesso a novembre. Non era il primo caso: già a settembre del 2012 era stato arrestato sempre per furto in abitazione e resistenza ad un pubblico ufficiale, e nella circostanza aveva patteggiato una condanna ad un anno e sei mesi di reclusione, con pena sospesa.

Nella mattinata di mercoledì il georgiano di 35 anni ha ben pensato di uscire dall’abitazione. La sfortuna ha voluto che in via Santini una pattuglia dei carabinieri di Verona, notandolo a distanza a bordo di una bicicletta, ha deciso di controllarlo. Le sensazioni dei militari si sono rivelate giuste: non appena il georgiano aveva capito che la pattuglia voleva fermarlo aveva imboccato contromano alcune vie e si dà alla fuga. L’inseguimento è durato alcuni minuti e durante lo stesso, per seminare l’autoradio, aveva lanciato contro la gazzella la sua bicicletta, danneggiando anche il paraurti della macchina. La fuga era proseguiti a piedi ma i due carabinieri erano riusciti a bloccarlo poco dopo.

Dal controllo è emerso che il 35enne era evaso dal domicilio e, per di più, nascosti nei pantaloni, gli sono stati rinvenuti alcuni cacciaviti e arnesi atti allo scasso. La possibilità che, visti precedenti, fosse in cerca di qualche abitazione da ripulire è più che plausibile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, evade dagli arresti per andare a rubare: lo sorprendono e ingaggia inseguimento

VeronaSera è in caricamento