Cronaca Cerea / Via Simone di Canossa

Verona, esondazioni e allagamenti: per la Bassa si rastrellano 3,5 milioni da investire sui canali

Richieste della Regione al governo per il Veronese. Incrementate le risorse da destinare alla linea di intervento per la riduzione del rischio idrogeologico: Cerea, Roverchiara, Cologna e Terrazzo compaiono nella lista

Ulteriori opere di messa in sicurezza e mitigazione del rischio idraulico nei territori della provincia di Verona. Sono state infatti inserite per un importo di quasi 3,5 milioni di euro gli interventi che saranno finanziati con la rimodulazione delle risorse del Fondo per lo sviluppo e coesione 2007-2013 che il Comitato interministeriale di Programmazione economica aveva assegnato a suo tempo alla Regione del Veneto. Ne dà comunicazione l’assessore regionale alla Difesa del suolo, Maurizio Conte, sottolineando che il finanziamento rientra all’interno della ricognizione effettuata sulle risorse complessivamente disponibili a seguito delle decurtazioni operate dallo Stato sui fondi assegnati in precedenza.

"Nonostante questo – fa presente Conte - con la rimodulazione che il Veneto trasmetterà al governo vengono fortemente incrementate le risorse da destinare alla linea di intervento per la riduzione del rischio idrogeologico e la difesa degli insediamenti che da 48 milioni di euro passera a 61 milioni e 750mila euro consentendo la realizzazione di ulteriori interventi a regia regionale".

Si tratta della realizzazione di un bacino di laminazione nel Vicentino e di altre opere di difesa idraulica, tra cui queste per l’area veronese, proprio in considerazione dell’importanza che il tema della sicurezza idraulica ha assunto per il territorio veneto. Le opere inserite tra i finanziamenti sono: a cura Consorzio di bonifica Veronese lavori per la messa in sicurezza dei fiumi Canossa e Menago in comune di Cerea, con la realizzazione di una cassa di espansione e adeguamento funzionale dello scolo Viola in comune di Roverchiara (I stralcio) per un milione e 350mila euro, a cura del Consorzio di bonifica interventi per la riduzione delle perdite arginali del canale Leb e Adige Guà nel territorio del comune di Cologna Veneta per 900mila euro, a cura della sezione Bacino idrografico Adige Po e Verona la realizzazione di una diaframmatura sull’argine sinistro del fiume Adige in località Begosso del comune di Terrazzo per un milione e 200mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, esondazioni e allagamenti: per la Bassa si rastrellano 3,5 milioni da investire sui canali

VeronaSera è in caricamento