menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, esibisce documento e scappa a gambe levate disfandosi di droga e soldi a Porta Vescovo

Incauta fuga durante il controllo della Finanza nel quartiere veronese. Il 39enne tunisino ha fatto perdere le sue tracce per pochi giorni. A terra lascia eroina, 500 euro e anello d'oro. Ora è in carcere

Qualche giorno fa, nel corso di un’attività antidroga, in zona Porta Vescovo, si era dato precipitosamente alla fuga quando una pattuglia della guardia di finanza di Verona lo aveva fermato per un controllo di polizia. Giusto il tempo di esibire il documento di riconoscimento e il 39enne, di origine tunisina, in evidente stato di agitazione, si era dato alla fuga facendo perdere le sue tracce, dileguandosi tra i numerosi vicoli del quartiere. Durante l’inseguimento lo spacciatore si era poi liberato, gettandolo a terra, di un involucro contenente circa 35 grammi di eroina già suddivisa in dosi e pronte per essere cedute, di un anello in oro e banconote per un ammontare di 500 euro, ritenuto il ricavato dello spaccio: il tutto era stato recuperato dai finanzieri che avevano proceduto al sequestro.

Le ricerche sono proseguite senza sosta fino a quando, proprio nella giornata di lunedì, il tunisino è stato arrestato in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari Isabella Cesari. Il 39enne, senza fissa dimora, è accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e di resistenza a pubblico ufficiale. Condotto nel carcere di Montorio, è a disposizione della magistratura per il processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento