Venerdì, 15 Ottobre 2021
Cronaca Nogara / Via Torrazzo

Verona, saluta moglie, esce per andare a pescare sul Tartaro e sparisce nel nulla

Continuano incesanti da due giorni le ricerche di Stefano Olivieri, 47enne operaio e fratello dell'ex sindaco Oliviero. Squadre i carabinieri, vigili del fuoco e Protezione civile al lavoro per ore. Giovedì si setaccerà la campagna

Fiume scandagliato per 200 metri, dal ponticello ciclabile fino alla chiusa Mazzoni. Una ventina di uomini coordinati dal maresciallo dei carabinieri Luca Tibaldo, tra Protezione civile, vigili del fuoco, sommozzatori e unità cinofile. Hanno sospeso le ricerche dopo ore passate in acqua e sugli argini del Tartaro, a Nogara. Il terribile sospetto si fa sempre più spazio nelle menti di investigatori, esperti della Protezione civile e vigili del fuoco, ma non tutto è perduto. Da martedì mattina non si hanno più notizie di Stefano Olivieri, operaio di 47 anni residente nella cittadina veronese. Dopo aver salutato la moglie e aver imbracciato canne da pesche e lenze ha lasciato la sua abitazione di via Torrazzo e non ha più fatto ritorno. A casa sono rimasti documenti e cellulare ma non sul momento non sembrava un "indizio": poche centinaia di metri distanziano la sua residenza dal fiume dove molte volte si era recato a pescare. Già all'ora di pranzo, tuttavia, la moglie aveva dato l'allarme, non vedendolo tornare. Da allora sono centinaia le persone di Nogara che si sono messe alla ricerca, con i propri mezzi, del 47enne.

L'uomo è conosciuto a Nogara, ed è fratello dell'ex sindaco, ora consigliere comunale, Oliviero Olivieri che ha rivolto un appello a tutti i suoi concittadini per avere notizie dello scomparso. Volantini sono comparsi per la strada e i parenti hanno deciso di rivolgersi anche alla trasmissione televisiva "Chi l'ha visto" su Raitre.

LE RICERCHE - All'indomani dell'allarme i carabinieri non si sbilanciano e continuano incessanti le ricerche. I reparti dei vigili del fuoco di Verona assieme ai sommozzatori arrivati con un barchino da Vicenza hanno proceduto a setacciare il fiume Tartaro dal luogo di accesso pubblico al fiume, il ponticello di metallo per l'ingresso delle bici, fino alle chiuse. Fondo scandagliato per 150 metri in direzione Gazzo e poi anche più a nord, dove il fondale è più profondo. Per ora l'esito è negativo. Giovedì mattina il comandante dei carabinieri di Nogara Tibaldo dovrà organizzare le nuove squadre: "Procederemo con la cernita dei casolari di campagna - spiega il maresciallo - con l'ausilio dei cani addestrati e dell'elicottero che abbiamo richiesto al comando dei vigili del fuoco di Verona". Olivieri lavora da anni come operaio magazziniere allo stabilimento della Coca Cola ed è attivo nel volontariato cittadino. Chiunque avesse sue notizie è pregato di contattare la famiglia al numero 349-7628699. Secondo fonti vicine alle Forze dell'ordine il 47enne stava attraversando un momento di grave crisi depressiva.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, saluta moglie, esce per andare a pescare sul Tartaro e sparisce nel nulla

VeronaSera è in caricamento