Verona, entra in camera e ci trova due furfanti mascherati dalle proprie magliette: viene rapinata

Ennesimo tentativo di furto in casa denunciato ai carabinieri, prima di cena. Non propriamente professionisti, i due banditi: hanno fatto troppo rumore ed erano impreparati all'arrivo della padrona di casa. La spintonano

Uno spavento terribile nel trovarsi di fronte quei due sconosciuti che appena l’hanno vista si sono coperti alzandosi la maglietta sul viso come dei giocatori di calcio al gol. C’era poco da gioire tuttavia, per la donna, 89enne, proprietaria di quella villetta in viale dei Tigli a Legnago. Perché quelli erano due ladri che ben presto si sarebbero tramutati in rapinatori. Ennesimo tentativo di furto in casa denunciato ai carabinieri, la sera di domenica. Nel tardo pomeriggio, quando ancora c’era luce, verso le 18, i furfanti si sono introdotti nella casa attraverso una finestra lasciata socchiusa. Si sono messi all’opera in camera da letto rovistando in cassetti e armadi. Non è chiaro se sia stato un colpo studiato e finito male. Di sicuro non erano particolarmente professionisti: ignoravano che ci fosse qualcuno, hanno fatto troppo rumore e non avevano il volto coperto. Di lì a poco, infatti, la signora si era insospettita da alcuni movimenti in camera da letto. Ha percorso quei pochi metri che la separavano dal soggiorno e sio è trovata davanti i due ladri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per non farsi riconoscere i due si sono capovolti la maglietta sul viso e poi hanno intimato alla donna di consegnare i soldi e di stare in silenzio. Lei, terrorizzata, ha estratto dal portafoglio l’unica banconota che aveva, da 50 euro. Poi le hanno dato un piccolo spintone, sufficiente a garantire loro la fuga. La denuncia è scattata al ritorno delle due badanti della donna che in quel momento erano in pausa. Sul posto un’ambulanza che ha accertato le condizioni della donna. Solo un grosso spavento e nulla più. Ha poi raccontato la sua versione ai carabinieri di Legnago. Sembra che i due, dall’aspetto giovane, fossero dell’Est Europa. A parte la spinta non le hanno fatto altro, se non rubato quei pochi soldi. Ma tanto basta per trasformare il furto in rapina. Un reato ben più grave.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Spende 9 mila euro per un depuratore per la casa: «Non serve, l'acqua è già potabile»

  • Inganna parroco della Lessinia per ricattarlo, coppia di 20enni arrestata

  • Coronavirus: tre i nuovi casi positivi in Veneto e due i morti, un decesso è a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento