Cronaca Lungadige Antonio Galtarossa

Emergenza idrica rientrata: Acque Veronesi monitora la situazione e rassicura

La situazione idrica è costantemente monitorata da Acque Veronesi che comunica che non si registrano criticità di particolare rilievo, ma il momento rimane delicato

La situazione idrica è costantemente monitorata da Acque Veronesi. Non si registrano criticità di particolare rilievo, i consumi sono leggermente calati grazie alle sporadiche piogge dei giorni scorsi e ad un uso più responsabile dell’acqua da parte dei cittadini. Così comunica l'azienda che rassicura che l'emergenza idrica è in parte rientrata, almeno in questa prima settimana di agosto.

Le piogge che nei giorni scorsi hanno interessato diversi comuni della provincia scaligera hanno contribuito ad un lieve calo dei consumi. Non si registrano al momento particolari problemi di sospensioni o mancanza di acqua nelle abitazioni e nelle strutture pubbliche. La situazione rimane comunque delicata, soprattutto nelle zone di Fumane, Marano di Valpolicella, Velo Veronese e nella bassa veronese.

Un incontro tra i gestori del servizio idrico e gli enti territoriali svoltosi nei giorni scorsi presso la Prefettura di Verona, aveva confermato che la carenza di acqua registrata in questo periodo, non è stata determinata da un’insufficienza delle risorse destinate al consumo umano e domestico, ma da una mancata ottemperanza delle ordinanze (ad oggi circa una trentina) che i sindaci della provincia hanno emesso per limitare i consumi e per evitare usi impropri. Nonostante i numerosi appelli al senso civico e la campagna di sensibilizzazione rivolte ai cittadini, i sistemi di monitoraggio di Acque Veronesi continuano a registrare anche in queste ore alcuni comportamenti assolutamente da evitare (anche nelle ore di punta), quali ad esempio, irrigazione di giardini, orti, rifornimento di piscine etc…

Nei prossimi giorni aumenterà il numero di veronesi e turisti che affolleranno le principali località di villeggiature della provincia. I consumi si moltiplicheranno e per questo motivo Niko Cordioli, neopresidente della società consortile, rinnova l’invito ad utilizzare l’acqua con parsimonia: "Grazie al costante impegno dei tecnici di Acque Veronesi, operativi 24 ore su 24, siamo a riusciti a limitare al minimo disagi e disservizi agli utenti, in un periodo estremamente delicato come questo. Ma non bisogna abbassare la guardia. L’invito è rivolto soprattutto a quei cittadini che non stanno dimostrando sensibilità e rispetto nei confronti della collettività, esortandoli ad assumere comportamenti consapevoli e responsabili".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza idrica rientrata: Acque Veronesi monitora la situazione e rassicura

VeronaSera è in caricamento