menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, elezioni Regionali 2015. Salvini blocca Tosi. Solo due liste: Lega Nord e civica per Zaia

Il segretario federale: "Ricandidiamo Zaia che ha fatto molto bene. Non ci saranno altre liste, questo è fuori discussione". La frecciatina (ma senza fare nomi): "Ci sarà bisogno di tutti ma senza protagonismi"

Niente lista Tosi. Tutti coloro che attendevano un appoggio "esterno" resteranno delusi: alla scadenza delle elezioni regionali in Veneto, nel 2015, la Lega Nord andrà al voto con una lista ufficiale e una per Zaia. Lo ha annunciato il segretario federale Roberto Salvini in un'intervista al Gazzettino nella quale non ci gira intorno: stop al segretario veneto Flavio Tosi. "Non c’è posto per altri" avrebbe commentato il numero uno Salvini.

Il suo commento, che probabilmente non farà mancare i malumori, arriva a poche ore dal Consiglio nazionale: lunedì la questione delle Regionali verrà discussa. Matteo Salvini però dimostra di avere già tutto in testa: "La Lega veneta ricandida Zaia che ha fatto molto bene. Ci presenteremo alle elezioni - sottolinea - con la lista della Lega Nord e la lista del governatore. A Verona nel 2012 c’è stata la lista Tosi, a Padova quest’anno quella Bitonci: per le regionali seguiamo lo stesso schema. Non ci saranno altre liste, questo è fuori discussione".

Sarà dunque la segreteria nazionale a scegliere i candidati in lista, con l'ausilio del governatore. In caso di contrasti potrebbe intervenire il Consiglio federale, "ma siamo autonomisti - ha spiegato Salvini - e quindi decide il Veneto. Di comune accordo". In realtà nomi non ne fa durante l'intervista, però il riferimento sembra essere a quello stesso Tosi, sindaco di Verona, ideatore di una Fondazione ("Ricostruiamo il Paese") che serve a lanciarlo verso la leadership del centrodestra post-berlusconiano e che è in tour da oltre un anno in tutta Italia. Da Nord a Sud. Tosi non è mai nominato da Salvini che ammette "ci sarà bisogno di tutti, ma senza protagonismi. Vale per chiunque, a cominciare da me. Avremo tanto di quel lavoro che non basteranno gli uomini. Ma se qualcuno avesse i suoi problemi, questo allora è un altro paio di maniche". E sulla provocazione del "patto con Maroni" (quello che un anno fa sarebbe stato accordato portando Salvini segretario e il sindaco scaligero futuro candidato alle primarie di centrodestra) Salvini risponde ancora più eloquente: "Servono persone in gamba, tra queste sicuramente c’è Flavio Tosi, per lui potrà esserci tantissimo spazio. Ma in Lega ci sono almeno dieci persone capaci di far meglio di Renzi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento