menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, ecco che ci risiamo: furfanti tenaci più che mai. Viene svelata l'ennesima truffa dell'anello

Segnalati due distinti episodi nei quali un 19enne rumeno aveva cercato di rifilare il solito gioiello prezioso, "trovato" a terra, a due passanti, evidentemente non tanto sprovvedute. Lo fermano e gliene trovano 4 fasulli

Ci risiamo. Torna la truffa dell'anello. Siccome è improbabile che la polizia si stanchi di fermare e far passare guai ai furfanti, è chiaro che questi ultimi non hanno ancora capito e non demordono. È stato portato a termine giovedì pomeriggio un intervento degli agenti delle Volanti per un tentativo della più classica delle truffe.

Intorno alle 16, nella zona di Borgo Trento, erano stati segnalati due distinti episodi nei quali un ragazzo, apparentemente dell’Est Europa,  aveva cercato di rifilare il solito gioiello prezioso, "trovato" a terra, a due passanti, evidentemente non tanto sprovvedute, visto che entrambe hanno subito contattato il 113. Immediato l’arrivo dei poliziotti della pattuglia, che, grazie alle precise indicazioni ricevute dalla Sala operativa, sono riusciti ad intercettare il ragazzo soltanto ad un centinaio di metri dal luogo della tentata truffa.

Perquisito sul posto, il giovane, 32enne rumeno e senza fissa dimora in Italia, è stato trovato in possesso di quattro anelli falsi, riportanti anche una fasulla punzonatura di garanzia dell'oro, e per tale motivo è stato denunciato a piede libero per il reato di tentata truffa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento