rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Zai / Viale della Fiera

Verona, Eataly in città al massimo entro Pasqua 2016: "250 posti di lavoro e 30 milioni di fatturato"

L'impegno del sindaco di Verona, Flavio Tosi: "L’amministrazione comunale si impegnerà in sei mesi a sbrigare tutte le incombenze burocratiche affichè il progetto possa concretizzarsi rispettando i tempi"

Entro dicembre 2015, o al massimo Pasqua del 2016, Eataly sbarcherà a Verona. E quale appuntamento migliore per presentare la nuova sfida del vulcanico patron Oscar Farinetti se non davanti ai migliaia di visitatori di Vinitaly 2014? “L’arrivo di Eataly all’interno della ghiacciaia agli ex Magazzini generali e la vicinanza con la Fiera costituirà un matrimonio perfetto per la promozione non solo dei prodotti Made in Italy ma anche della cultura enogastronomica del nostro territorio. Verona infatti è la prima provincia in Italia per produzione vitivinicola, una eccellenza riconosciuta in tutto il mondo. Per questo a nome della città, ringrazio Fondazione Cariverona e Oscar Farinetti, per gli investimenti che verranno fatti, con la conseguente creazione di centinaia di posti di lavoro. L’amministrazione comunale si impegnerà in sei mesi a sbrigare tutte le incombenze burocratiche affichè il progetto possa concretizzarsi nel giro di qualche anno”. Questo quanto dichiarato dal sindaco Flavio Tosi durante la presentazione del progetto Eataly a Verona, tenutasi tra i padiglioni del Vinitaly. Presenti anche l’architetto Mario Botta, a cui si deve il progetto della ristrutturazione dell'area e l’imprenditore Farinetti. La Fondazione Cariverona metterà a disposizione l'edificio che è situato proprio di fronte a VeronaFiere, dove si sta svolgendo il Vinitaly.

Il punto di commercio veronese delle eccellenze enogastronomiche regionali sarà, a quanto pare, l'ultimo aperto sul territorio italiano dalla società del patron piemontese. Altri ne verranno, ma all'estero. La nuova struttura sarà realizzata nell'ex edificio di conservazione del cibo, realizzato negli anni '30, e richiederà un investimento di circa 10 milioni di euro. Secondo Farinetti il nuovo Eataly darà lavoro a circa 250 giovani e realizzerà un fatturato di circa 30 milioni di euro, sfruttando un bacino di visitatori e clienti che si allunga da Bolzano a Mantova, passando per Padova e Brescia. La mission, oltre alla "conservazione del cibo" e del patrimonio enogastronomico è di valorizzare la produzione e l'export di 200 produttori del territorio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, Eataly in città al massimo entro Pasqua 2016: "250 posti di lavoro e 30 milioni di fatturato"

VeronaSera è in caricamento