Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Zai / Viale dell'Industria

Verona, "Donne e motori, son gioie ed onori": Motor Bike Expo chiude a quota 140mila visitatori

Presentato “Roar… in Veneto”: proposte di viaggio dai tre agli otto giorni, calibrate esclusivamente a misura dei motociclisti, per soddisfarne al massimo livello ogni esigenza in itinerari

Anche l’edizione 2014 del Motor Bike Expo si chiude con un bilancio ampiamente positivo: nel complesso delle tre giornate di apertura è stata superata la soglia dei 140mila visitatori ed è Francesco Agnoletto, che con Paola Somma ne cura l’organizzazione, ad analizzare il dato complessivo: “Rispetto al 2013 abbiamo registrato un sensibile aumento degli ingressi nelle giornate di venerdì e sabato e abbiamo concluso con una bellissima domenica, favorita anche dal bel tempo. E’ un risultato ottimo nel rispetto della situazione del mercato-moto”.

“L’ottima qualità degli espositori e l’ulteriore incremento di visitatori - spiega Ettore Riello, presidente di Veronafiere - decretano il successo di Motor Bike Expo 2014, al 50% di proprietà dell’Ente ed alla sesta edizione a Verona, e testimoniano la nostra capacità di accrescere il valore delle rassegne, sia a livello nazionale sia internazionale, e di fornire risposte concrete all’industria manifatturiera ed ai comparti collegati, anche in un momento nel quale l’economia italiana non dà ancora gli auspicati segnali di ripresa. Un risultato, quindi, dal doppio valore positivo”.

“Veronafiere aumenta la propria leadership nel settore fieristico italiano dimostrandosi location ideale anche per le rassegne consumer, come testimonia il recente successo di Fieracavalli e l’ottimo risultato di Motor Bike Expo, divenuto appuntamento irrinunciabile per gli appassionati del mondo dei motori. Veronafiere si propone quindi come ottimo ricettore per gli eventi ad alta densità di pubblico, utilizzando la buona logistica e le proprie infrastrutture che sono continuo oggetto di investimenti da parte dell’Ente” afferma Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere. “La crescita del numero dei visitatori di Motor Bike Expo assume un rilievo tanto più importante se si considera che esistono sul mercato italiano altre rassegne concorrenti nel segmento specifico delle due ruote e motore”.

LUSSO E DUE RUOTE - E al "Motor Bike Expo", il grande salone dedicato ai motociclisti, la proposta più affascinante e al top per i mototuristi è targata Veneto. Si chiama “Roar… in Veneto”: proposte di viaggio della durata dai tre agli otto giorni, calibrate esclusivamente a misura dei motociclisti, per soddisfarne al massimo livello ogni esigenza in itinerari alla scoperta dei tesori di arte, cultura, enogastronomia e paesaggio che caratterizzano la prima regione turistica italiana, dove si registra un pernottamento ogni sei che avvengono in tutta la penisola.

“E’ una formula messa a punto per motociclisti non per caso – ha spiegato l'assessore regionale al Turismo, Marino Finozzi – per un target di viaggiatori di fascia medio alta che utilizzano la moto non solo per spostarsi ma per viaggiare, visitare e conoscere il nostro Veneto. Come ad esempio fanno i circa 300 mila mototuristi che, soprattutto dall’area tedesca, visitano la nostra regione, con presenze complessive stimate in un milione e tutte di alto profilo, continue durante l’intero arco dell’anno. Noi saremmo felici di portarle a due milioni”. “Il format”Roar in Veneto” –  ha sottolineato il presidente di Marca Treviso, Gianni Garatti – propone ai mototuristi una serie di servizi che, nella formula top, comprende accompagnatori, assistenza continua, hotel 4/5 stelle, eccellenze enogastronomiche, itinerari in GPS, mappe. Nel breve periodo, puntiamo anche al noleggio delle moto per i turisti provenienti da oltre oceano o dai Paesi più lontani”. La proposta, nella sua versione di vertice, prevede anche un sommelier a disposizione tutte le sere.

“Roar …in Veneto” nasce da un’idea della Lo.Ve di Follina, in partnership con il Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso, e con la collaborazione dei Consorzi di Promozione Turistica “Vicenza E’”, “Lago di Garda è”, “Verona Tutt’Intorno”, delle Spiagge Venete, di Padova e delle Terme Euganee, del Delta del Po e di “Belle Dolomiti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, "Donne e motori, son gioie ed onori": Motor Bike Expo chiude a quota 140mila visitatori

VeronaSera è in caricamento