Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Roma / Piazzale Ludovico Antonio Scuro

Verona, donna incinta intrappolata in ascensore: succede al policlinico di Borgo Roma

Martedì 15 settembre, una donna incinta e suo marito sono rimasti chiusi per più di un'ora in un ascensore rimasto bloccato al Policlinico Rossi di Borgo Roma a Verona

Una brutta avventura per una donna incinta e suo marito, rimasti bloccati in ascensore per un'ora la sera di martedì 15 settembre al Policlinico G.B. Rossi di Borgo Roma. Lo racconta su L'Arena una lettrice del quotidiano: "Io e mio marito siamo rimasti chiusi per quasi un'ora, dalle 21, all'interno di un ascensore bloccato tra il piano terra e primo piano, il problema principale è che sono al sesto mese di gravidanza e i sistemi di emergenza e di allarme dell'ascensore non funzionavano. Dopo circa 10 minuti di urla un ragazzo, un paziente che stava attraversando il piano terra, ha sentito le nostre richieste d'aiuto e ha chiamato l'emergenza. Dopo circa 15 minuti si è presentato il manutentore. Nel frattempo forse anche per il caldo e la mancanza di aria, avevo iniziato a sentirmi male, dopo altri 20 minuti chiusi all'interno dell'ascensore ci hanno fatto uscire, intorno alle 22. Ora faremo un esposto all'Azienda ospedaliera, perché possiamo capire che un ascensore si blocchi, ma non che i sistemi di allarme non funzionino. Siamo stati molto fortunati perché si è bloccato fra il piano terra e il primo piano dove, nonostante ci fosse poco passaggio, un ragazzo ci ha sentito. Se ci fosse capitato ad un piano più alto forse saremmo rimasti lì molto più a lungo, anche perché i cellulari all'interno degli ascensori non hanno campo".

Tuttavia, sempre su L'Arena, l'Azienda ospedaliera smentisce in parte quanto raccontato dalla lettrice: "Gli allarmi funzionavano regolarmente, come dimostrano i dati dell'ufficio tecnico. Effettivamente la sera di martedì, intorno alle 21, si è verificato un blocco dell'ascensore 8 del Policlinico di Borgo Roma ed è regolarmente scattato l'allarme. Bisogna concedere ai tecnici almeno una decina di minuti per verificare e poi intervenire. Comprensibilmente per chi rimane chiuso in ascensore, per di più essendo in stato interessante, come la signora, non è certo un'esperienza piacevole, ma possiamo garantire che tutto si sia svolto in modo regolare. Gli allarmi funzionavano e i tecnici infatti sono intervenuti tempestivamente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, donna incinta intrappolata in ascensore: succede al policlinico di Borgo Roma

VeronaSera è in caricamento