Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via Adigetto

Si presenta all'anagrafe con dei documenti falsi: nei guai una donna di 26 anni

È stata fermata il 24 dicembre da un funzionario del Comune si era accorto di un'anomalia sul passaporto e che le irregolarità erano state confermate da un agente della Polizia municipale giunto sul posto. La ragazza è stata denunciata in stato di libertà

La Polizia municipale ha segnalato all’autorità giudiziaria una donna di nazionalità nigeriana di 26 anni per aver usato un atto falso: un passaporto irregolare presentato per richiedere una nuova carta d’identità.

La donna, già residente nel comune di Verona da qualche mese, è stata fermata lo scorso 24 dicembre all’interno degli uffici dell’Anagrafe, dopo che un funzionario del Comune si era accorto di un’anomalia sul passaporto e che le irregolarità erano state confermate da un agente della Polizia municipale giunto sul posto. Accompagnata al Comando per accertamenti, la donna è risultata anche titolare di un regolare permesso di soggiorno. Entrambi i documenti sono stati sequestrati e la donna è stata denunciata in stato di libertà; ulteriori verifiche sono ora in corso. La Polizia municipale di Verona si è specializzata negli ultimi tempi nell’analisi dei documenti italiani e stranieri per individuare falsificazioni e contraffazioni, sempre più diffuse, anche in collaborazione con altre forze dell’ordine tra le quali la Polizia di Verona le Polizie municipali di Venezia e Milano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si presenta all'anagrafe con dei documenti falsi: nei guai una donna di 26 anni

VeronaSera è in caricamento