Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Chievo / Via Giacomo Barucchi

Verona, a 19 e 16 anni dormono nell'auto con targhe rubate e con la droga nascosta

Giovani nei guai in via Barucchi dopo essere stati sorpresi dalla pattuglia della polizia di Verona, chiamata in causa per un tentato furto in abitazione. Scatta la denuncia per ricettazione e riciclaggio per ragazzo serbo

A destare l’attenzione dei poliziotti sono stati quei cristalli dell’auto completamente appannati, nel cuore della notte. I poliziott di Verona, intorno alle 3e50, stavano perlustrando la zona limitrofa a via Barucchi dove si era verificato un tentativo di furto nelle abitazioni, quando si sono imbattuti in una Fiat Stilo parcheggiata che li ha fatti insospettire.

Quando si sono avvicinati al mezzo hanno sorpreso una coppia di giovani che dormivano. Il ragazzo 19enne di origine serba residente a Verona, è risultato avere una denuncia per reati contro il patrimonio alle spalle, mentre la ragazzina è stata identificata come una 16enne veronese, incensurata. I poliziotti hanno poi proceduto all'accertamento sul veicolo: da qui è emerso il numero di telaio abraso, senza targhetta identificativa e senza assicurazione. Anche le targhe apposte, davanti e dietro, non erano propriamente "in regola" dato che corrispondevano a quelle rubate ad una Toyota Yaris il 18 dicembre scorso.

Non solo: nel vano portaoggetti, sotto il bracciolo, è stata rinvenuta anche una piccola quantità di hashish. Alla luce di quanto accertato, il giovane serbo è stato denunciato in stato di libertà per i reati di ricettazione, riciclaggio, nonché sanzionato per le violazioni del Codice della Strada relative alle anomalie del mezzo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, a 19 e 16 anni dormono nell'auto con targhe rubate e con la droga nascosta

VeronaSera è in caricamento