menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, detenuti a pulire strade e aree verdi. Per cinque da Montorio partono i lavori socialmente utili

Il Comune stringe l'accordo con la direzione del carcere: "Vera possibilità di reintegro". L’attività sarà svolta con la supervisione ed il controllo forniti dal personale della struttura o del servizio pubblico che beneficia di intervento

Via all'impiego di detenuti per lavori "socialmente utili". È stato sottoscritto martedì mattina a Palazzo Barbieri il protocollo tra Comune di Verona, e la direzione della carcere di Verona-Montorio in accordo con il Tribunale di Sorveglianza, Progetto "Esodo" e Garante dei Diritti delle persone private della libertà personale, finalizzato a promuovere attività lavorativa non remunerata, a favore della collettività, da parte di persone in esecuzione penale.

L’accordo ha l’obbiettivo di impegnare tutti gli organi interessati in un fattivo percorso di sostegno volto al reinserimento sociale dei condannati attraverso progetti per lo svolgimento di lavoro all’esterno del carcere di Montorio. “Un importante risultato – dichiara l’assessore al Decentramento di Verona, Antonio Lella – frutto della fattiva collaborazione intercorsa fra tutti gli enti ed organizzazioni interessate dal progetto. Il Comune di Verona, con questo impegno, prosegue ed accresce l’attività a favore del mondo del carcere – precisa l’assessore – con un ulteriore passo avanti finalizzato a garantire, a quanti hanno trasgredito alle regole della convivenza sociale, la possibilità di un concreto reintegro”.

Al progetto parteciperanno inizialmente cinque persone in esecuzione penale che, sulla base delle esigenze comunicate dal Comune e dal Garante delle persone private della libertà personale, saranno individuate e segnalate dalla direzione del carcere sulla base dei percorsi formativi svolti nel periodo di detenzione e del curriculum lavorativo in loro possesso. L’attività sarà svolta dai detenuti con la supervisione ed il controllo forniti dal personale della struttura o del servizio comunale che beneficia dell’intervento. Per ora il loro impiego sarà volto alla sistemazione di alcune strade della città, la pulizia dei segnali stradali e successivamente per la manutenzione dell'arredo urbano e del verde.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Da Verona parte la crociata contro Sanremo, Castagna: «È diventato Sodoma e Gomorra?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento