Cronaca via Tribunale

Verona, "dammi 5mila euro o ti denuncio per stupro": ma lui non può avere rapporti e la fa arrestare

Nei guai una badante di origine nigeriana che venne licenziata dall'imprenditore in pensione di 80 anni: lei non faceva nulla di ciò per cui era stata assunta e lui la licenziò ma le offri ugualmente un aiuto. Lei se ne approfittò

Era stata licenziata e lei aveva pensato bene di ricattarlo per ottenere dei soldi. Non avesse acconsentito a sganciare 5mila euro lo avrebbe denunciato per violenza sessuale. Ma lui, 80 anni, pronto e lucido, non s’è fatto abbindolare ed era ricorso alla denuncia dai carabinieri. Di quella donna di origine nigeriana con figlia piccola non si hanno più notizie da qualche mese. Il suo rapporto con la donna cominciò quando lui, imprenditore in pensione che passa qualche mese d’estate nella sua casa in provincia di Verona, la assunse come badante. La pagava mille euro al mese e le passava vitto e alloggio. Ma per nulla: è stato l’uomo a spiegare al giudice che “non lavorava affatto” e a quel punto decise di mandarla via. Le aveva quindi versato anticipi e le aveva offerto di andare ad abitare nella sua casa di campagna con la figlioletta di pochi anni. Quest’ultima però ne fece le spese e fu l’80enne, come spiega L’Arena, a doversene occupare più volte. In alcuni casi rientrò a casa e trovò la bambina da sola al buio, che piangeva a dirotto.

Alla fine i rapporti si interruppero bruscamente nell’agosto 2012. Motivo scatenante fu il ricatto per arrivare ad una somma di denaro: 5mila euro o lei avrebbe rivelato di aver subito molestie e violenze dall’anziano. Ma lui, come avrebbe spiegato al giudice, nemmeno può avere rapporti sessuali. Si rivolse ai carabinieri raccontando di quella ex badante infedele (che si dimostrò comunque turbolenta per varie scenate di gelosia nei confronti di alcune sue amiche più giovani). Gli investigatori fecero scattare la trappola per coglierla in flagrante: fotocopiarono i soldi e attesero che avvenisse il passaggio di mano della bustarella. pochi attimi dopo fermarono la donna, accertando così il ricatto e la donna venne arrestata. Il giudice per le indagini preliminari dispose l’obbligo di firma ma da quel momento la badante sparì con la figlia. Mercoledì in aula, pr sentire la deposizione del suo ex datore di lavoro non c'era. L’ultima segnalazione proviene dall’aeroporto di Malpensa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, "dammi 5mila euro o ti denuncio per stupro": ma lui non può avere rapporti e la fa arrestare

VeronaSera è in caricamento