Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Roma / Via Benedetti

Verona, e così Borgo Roma piomba nel caos delle nuove linee Atv: "Smog, traffico e rumori"

Indice puntato contro via Benedetti, partita la raccolta con centinaia di firme di protesta per il Piano di trasporto pubblico. Via Medoro sgombera e presto sarà ripsristinato l'incrocio su via Brandimarte. Il Pd chiede confronti

“Via Benedetti non ha pace”. E’ quello che emerge dalle proteste sollevate in Consiglio di quinta circoscrizione, zona Borgo Roma. L’azienda dei trasporti Atv, secondo residenti ed esponenti politici, sarebbe colpevole di aver reso invivibile la zona attraverso il cambiamento di rotta dei bus. La strada sarebbe invasa in entrambi i sensi di marcia dai mezzi pubblici, ogni tre minuti. Non basterebbero, dunque, le modifiche alla viabilità su via Medoro, che da giovedì 16 gennaio tornerà “off limits” al passaggio dei bus, o quelle con l’incrocio con via Brandimarte, che fra due settimane sarà ripristinato. Alcuni cittadini di che abitano in via Benedetti hanno alzato la voce offrendo sarcasticamente vitto e alloggio

“per sperimentare personalmente smog, rumori e vibrazioni”

Puntando il dito contro l’inquinamento dei mezzi non a metano e non catalizzati. Secondo altri residenti di Borgo Roma, alcuni dei quali hanno preparato una petizione che per ora ha raggiunto le cento firme, il paradosso mezzo in atto da Atv ha provocato lo svuotamento di via Centro, strada.

“ben più adatta al transito delle linee … si è andati a intasare il quartiere con un provvedimento che avrebbe quanto meno dovuto essere sperimentato a scuole chiuse”

Dal presidente della quinta circoscrizione, Fabio Venturi, sono arrivate parole di rassicurazione, che comunque non potrebbero bastare, su via Scuderlando e via Benedetti, al cui angolo sono previsti paletti di ferro per protezione. Nel frattempo si sarebbe studiando di disimpegnare via Benedetti deviando la linea 62. Provvedimenti tampone, fino alle porte dell’estate in cui potrebbe partire un altro piano del traffico Atv a Borgo Roma.

PD ALL'ATTACCO - Ma la battaglia, come in molti altri casi, è già diventata politica. Il Pd chiede una “seria riflessione” sulla gestione del trasporto pubblico in città. “A pochi giorni dall'inizio della sbandierata “rivoluzione” - spiega Michele Bertucco, capogruppo in Coniglio comunale - per Zaninelli e compagni è già tempo di fare marcia indietro. Sui nuovi percorsi non c'è stata nessun confronto con la quinta circoscrizione, messa davanti al fatto compiuto anche per quanto riguarda i notevoli provvedimenti viabilistici conseguenti al dirottamento delle linee 41, 51, 62 e 510. E' mancata la pur minima informazione ai cittadini, che si sono visti cambiare da un giorno all'altro non solo i percorsi dei bus, ma anche il sistema di precedenze ad alcuni incroci. Le sperimentazioni di Atv hanno un senso se sono condivise e se vanno a migliorare i collegamenti tra i quartieri. Ad esempio Palazzina a San Matteo, nel territorio della Quinta, scontano una grave penalizzazione. Ma invece di indirizzare i bus per la via più breve, aggredendo i grandi assi di penetrazione alla città, si continua a dirottare i mezzi su percorsi tortuosi talvolta privi delle misure minime”. Dal Movimento 5 Stelle è invece arrivato l’invito alla cittadinanza di assistere all’incontro sulla viabilità organizzato lunedì 20 gennaio alle 21, nella sede della circoscrizione, proprio in via Benedetti, civico 26.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, e così Borgo Roma piomba nel caos delle nuove linee Atv: "Smog, traffico e rumori"

VeronaSera è in caricamento