Cronaca

Verona, "corriere" in trasferta arrestato con 100 grammi di hashish

In manette un 26enne bellunese che ha detto di aver acquistato la droga a Verona da un nordafricano. In auto sono stati trovati anche 2000 euro in contanti: il giovane è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente a scopo di spaccio

Nella prima serata di giovedì l’intervento della Polizia Stradale di Verona Sud ha condotto all’arresto di un “corriere” della droga in trasferta.

Intorno alle 21 una pattuglia della Stradale, dopo averla notata in transito sull’A4 e averle intimato l’alt presso l’aerea di parcheggio San Lorenzo Est, ha fermato una Audi A3 sospetta. Procedendo al controllo del mezzo, occupato da due giovani italiani, gli agenti hanno trovato, occultati sotto il sedile del passeggero, un involucro rettangolare avvolto con cellophane, contenente sostanza resinosa di colore marrone ed una seconda busta trasparente contenente una esigua quantità di sostanza resinosa anch’essa di colore marrone. Le analisi di laboratorio hanno poi confermato trattarsi di oltre 100 grammi di hashish.

Interrogato a riguardo, il passeggero ha ammesso di essere il proprietario della droga nascosta e di averla acquistata a Verona da un nordafricano. Trovato anche in possesso di oltre 2000 euro in contanti, dei quali non ha saputo giustificare la provenienza, l’uomo, 26enne originario della provincia di Belluno, è stato tratto in arresto per detenzione di sostanza stupefacente a scopo di spaccio.

Processato questa mattina per direttissima, una volta convalidato l’arresto, si è visto applicare la misura dell’obbligo di dimora nell’attesa del rinvio del processo, stante la richiesta dei termini a difesa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, "corriere" in trasferta arrestato con 100 grammi di hashish

VeronaSera è in caricamento